Due 2003, un grande ritorno: i convocati di Löw nella Germania

convocati germania

Joachim Löw ha diramato per la penultima volta nella sua carriera i convocati della Germania. La nazionale tedesca sarà impegnata in tre match di qualificazione in questo mese di marzo: il 25 contro l’Islanda a Duisburg, il 28 contro la Romania in trasferta e il 31 contro la Macedonia del Nord di nuovo a Duisburg.

L’elenco dei convocati della Germania

Portieri: Manuel Neuer (Bayern), Marc-André Ter Stegen (Barcellona), Bernd Leno (Eintracht), Kevin Trapp (Eintracht).

Difensori: Niklas Süle (Bayern), Emre Can (Dortmund), Matthias Ginter (Gladbach), Jonathan Tah (Leverkusen), Marcel Halstenberg e Lukas Klostermann (Lipsia), Antonio Rüdiger (Chelsea), Philipp Max (PSV), Robin Gosens (Atalanta).

Centrocampisti/attaccanti: Joshua Kimmich, Leon Goretzka, Leroy Sané, Serge Gnabry, Jamal Musiala (Bayern), Florian Neuhaus e Jonas Hofmann (Gladbach), Toni Kroos (Real Madrid),  Florian Wirtz (Leverkusen), Ilkay Gündogan (Man City), Kai Havertz e Timo Werner (Chelsea), Amin Younes (Eintracht).

Diverse le novità da segnalare, a partire dalla presenza dei giocatori che militano nei campionati inglesi. Contrariamente a quanto si pensava inizialmente, la DFB è riuscita a ottenere il permesso – previa presentazione degli adeguati test e con isolamento in ritiro – per farli entrare su territorio tedesco. Si temeva che Löw non li potesse avere per lo stesso divieto di volo imposto dal governo tedesco che ha impedito a Liverpool e City di giocare rispettivamente contro Lipsia e Gladbach in Germania, regola che vi avevamo spiegato nel dettaglio a suo tempo.

Si ritagliano spazio anche due 2003, chiamate che Löw aveva anticipato: convocati nella Germania per la prima volta il super talento del Bayern Jamal Musiala, diventato maggiorenne a febbraio, e Florian Wirtz, che invece i 18 anni li compirà il prossimo maggio, ma da ormai un anno è in pianta stabile nelle rotazioni della prima squadra del Leverkusen (e prima di Moukoko deteneva anche dei record).

Non c’è ancora spazio per il ritorno di Mats Hummels e Thomas Müller: nelle scorse settimane Löw aveva aperto a un loro ritorno dopo l’esclusione voluta dal Ct nel febbraio 2019. Le prestazioni recenti potrebbero aver fatto riguadagnare ad entrambi un posto tra i convocati della Germania per l’Europeo, ma per ora il Ct decide ancora di farne a meno.

Si segnala invece il ritorno di Amin Younes, giocatore particolarmente gradito a Löw, che mancava dall’ottobre 2017. Le sue ottime prestazioni all’Eintracht dopo la parentesi negativa di Napoli gli hanno fatto riguadagnare punti nelle gerarchie.

Tra gli assenti spiccano Julian Brandt e Mahmoud Dahoud, oltre a Nadiem Amiri e Suat Serdar, che avevano fatto parte del giro nelle scorse giornata. Tra gli extra-Bundesliga fuori anche Luca Waldschmidt e Julian Draxler.

📋 BundesCafé preview, 26ª giornata – Tra classiche e testacoda

26ª giornata Bundesliga 2020/21

La 26ª giornata di Bundesliga 2020/21 parte subito forte con Arminia Bielefeld-RB Lipsia di venerdì sera. Sabato pomeriggio comandano le grandi con Bayern Monaco, Wolfsburg, Eintracht e Borussia Dortmund tutte impegnate alle 15.30. A chiudere la giornata di sabato uno Schalke-Gladbach imprevedibile. Anche la domenica è ricca: Hoffenheim-Mainz e Hertha Berlino-Leverkusen anticipano Friburgo-Augsburg, ultimo match del pomeriggio.

26ª giornata Bundesliga 2020/21
Il programma della 26ª giornata della Bundesliga 2020/21.

IN TV SU SKY 📺

Venerdì 20.30: Arminia Bielefeld-RB Lipsia (can. 201)

Sabato 15.30: Bayern Monaco-Stoccarda (can. 201)

Sabato 15.30: Colonia-Borussia Dortmund (can. 203)

Sabato 18.30: Schalke 04-Borussia Mönchengladbach (can. 203)

Domenica 13.30: Hoffenheim-Mainz (can. 204)  

Domenica 15.30: Herta Berlino-Bayer Leverkusen (can. 203)

Domenica 18.00: Friburgo-Augsburg (can. 203)

DA NON PERDERE 📌

Il Bayern Monaco è chiamato a mantenere i quattro punti di vantaggio dalla seconda posizione contro lo Stoccarda, che è la squadra ad aver vinto più trasferte di tutti dopo i bavaresi. L’allenatore Matarazzo – che ha lavorato insieme a Flick nel 2017 nell’Hoffenheim mentre il tedesco era AD – è l’ennesimo caso del successo del binomio USA-Germania. Una squadra valorizzata dal tecnico statunitense che ha in Kalajdžić il terminale offensivo. L’attaccante austriaco è a un passo dal battere il record di partite in rete consecutive del club (al momento è a 7, come Fredi Bobic). I campioni in carica li conosciamo, ma lo Stoccarda ha tutte le carte in regola per stupire. È una classica del calcio tedesco e ci sono tutti i presupposti perché non deluda.

IL CONSIGLIO 👌

Lo Schalke ha guadagnato più punti del Gladbach nelle ultime cinque partite. Un dato che, con tutto il rispetto per il club di Gelsenkirchen, dovrebbe far riflettere Marco Rose e i suoi giocatori. Le due squadre si affrontano in questo turno e la sensazione che diano vita a una partita da dentro o fuori arieggia nell’aria. Questo match può rappresentare una buona occasione per entrambe le squadre. Dipende solo da che punto di vista la si vede… 

L’OSSERVATO SPECIALE 👁

Nonostante il pareggio contro l’Eintracht nell’ultima e i momenti poco felici di giocatori chiave come Angeliño e Upamecano, sembra esserci comunque una nota positiva in questo momento per il Lipsia. Alexander Sørloth, arrivato in estate per 20 mln di euro dal Crystal Palace, sembra aver trovato spazio e continuità nella testa di Nagelsmann, e il norvegese sta ripagando la fiducia. 2 reti nelle ultime 3 partite e un giocatore che sembra essersi ritrovato dopo i primi mesi di smarrimento. All’andata con l’Arminia ha sbagliato un rigore. Ora può vendicarsi.

IL GRANDE ASSENTE ⛔

Prima della partita contro il Lipsia della settimana scorsa, Martin Hinteregger aveva saltato soltanto 38 dei 2160 minuti totali fin qui in Bundesliga con l’Eintracht Francoforte. L’austriaco, con l’addio anche dell’ex capitano David Abraham, sta diventando sempre più leader delle Adler. La sua assenza, quindi, pesa per l’Eintracht, considerando anche il momento della squadra di Hütter che non vince da tre partite dopo la super striscia positiva. 

L’EX DI TURNO 🔙

Siamo sicuri che lo stesso portiere che abbiamo visto a Brema, ora con il Wolfsburg è uno dei migliori numero uno della Bundesliga e che quest’anno in metà delle partite disputate non ha subito gol, compresa una serie di imbattibilità da oltre 600 minuti? Koen Casteels sembra essere un altro giocatore. Più maturo, più sicuro di sé e non è difficile pensare, dunque, perché la partita contro il Werder Brema abbia un sapore diverso per il portiere belga. 

🎙 BundesITalk, puntata 35 – L’ultimo giro di boa

bundesitalk

BundesITalk è il podcast di Bundesitalia.com, ideato, creato e gestito dalla redazione. In 45 minuti trattiamo i principali temi del calcio tedesco.

A nove giornate dal termine, la Bundesliga arriva all’ultimo dei quattro giri di boa immaginari. Facciamo un punto generale sulla situazione, dalla corsa per il titolo a quella per l’Europa, fino alla retrocessione.

Con Giorgio Dusi, Roberto Brambilla e Gianmarco Galli Angeli.

Ascoltaci su Spotify!

Ascoltaci su Apple Podcast!

Ascoltaci su Google Podcast!

Ascoltaci anche su Spreaker!