Si infiamma la corsa alla Champions League: in cinque per due posti

Bundesliga Champions

Il pareggio dell’Eintracht Francoforte nella delicata sfida contro il Lipsia nella 25ª giornata di Champions League ha ulteriormente infiammato la corsa alla Champions League della Bundesliga. Terza battuta d’arresto consecutiva per la squadra di Adi Hütter, che prima si è vista sorpassare dal Wolfburg e ora vede le avversarie sempre più vicine. Anche se, va detto, non tutte stanno vivendo un momento felice.

In ogni caso, la sensazione è che i posti disponibili per avere il proprio nome nell’urna di Nyon per la stagione 2021/22 siano a questo punto soltanto due: sia il Bayern Monaco capolista che il Lipsia primo inseguitore sembrano già piuttosto tranquille del proprio slot, rispettivamente con 58 e 54 punti.

Champions Bundesliga
La corsa Champions in Bundesliga dopo 25 giornate.

Rimane ancora da valutare la posizione del Wolfsburg al momento terzo con 48 punti, che avrà un calendario finale molto complicato: deve infatti ancora affrontare tutti gli scontri diretti nel girone di ritorno contro quelle che al momento sono le prime cinque squadre della classifica. La squadra di Glasner sta però dando una forte sensazione di solidità che le altre non sembrano ancora avere.

Lo stesso vale per il già citato Eintracht Francoforte, che al momento è a 44 punti. Le ultime tre battute d’arresto hanno ovviamente frenato la corsa di André Silva e compagni e soprattutto abbassato la quota quarto posto. Le Adler hanno raccolto soltanto due punti e permesso alle inseguitrici di recuperare terreno.

Chi più di tutti ne ha approfittato finora è stato il Borussia Dortmund, sconfitto sì nel Klassiker, ma che ha vinto le altre due gare e mangiato quattro lunghezze alla squadra di Hütter. Ora i gialloneri sono arrivati a quota 42 punti, con un delicatissimo scontro diretto proprio contro il club di Francoforte al rientro subito dopo la pausa (3 aprile, lo stesso giorno di Lipsia-Bayern).

La grande occasione persa tanto per cambiare è quella del Bayer Leverkusen, che battendo l’Arminia Bielefeld avrebbe potuto salire a 43 punti e arrivare a -1 dalle Adler. Invece la clamorosa sconfitta interna, la seconda consecutiva dopo quella col Friburgo, ha bloccato ancora una volta la squadra di Bosz, che ha perso l’occasione di essere già sopra l’Eintracht. Ora è ferma a 40 punti. Come il Wolfsburg, inoltre, anche il Leverkusen avrà un calendario complicato: eccetto i lupi, deve ancorar affrontare tutte le altre squadre che stanno davanti.

Chiude il conto l’Union Berlino, che sembrava avere rallentato – una sola vittoria nelle ultime otto fino al 2-1 sul Colonia – ma sfruttando i passi falsi delle altre e l’onda lunga dell’inizio sprint è riuscito a salire a 38 punti e può ancora pensare di risalire, anche se il calendario è proibitivo e la trasferta di Francoforte della prossima settimana può già essere un dentro-o-fuori.

Sembrano essere maggiormente defilate rispetto al resto delle squadre il Borussia Mönchengladbach, in profonda crisi – ne abbiamo parlato ieri – e fermo soltanto a 33 punti. Lo stesso vale per il Friburgo, che ha un punto in più ma non sembra in grado di riuscire a tenere il ritmo. Spera di entrare di rincorsa lo Stoccarda, che sembra però avere un calendario proibitivo. Più realistico pensare a un sesto o settimo posto che insegue anche l’Hoffenheim. Anche se, visti i precedenti, la corsa Champions in Bundesliga non finirà fino all’ultima giornata.

3 Comments

Rispondi