I migliori pararigori della Bundesliga: da Karius a Pfaff

pararigori bundesliga

Una delle caratteristiche più apprezzate e decisive in un portiere è sicuramente quella di neutralizzare i tiri dal dischetto. Sebbene la componente istintiva sia importante, questa particolarità va ben oltre la mera fortuna ed anzi va allenata prima di ogni partita sia tramite la pratica, sia tramite lo studio dell’avversario che, soprattutto in epoca moderna, risulta più semplice da effettuare. In Germania li chiamano elfmetertöterin Italia sono semplicemente i pararigori. Scopriamo chi sono i migliori della Bundesliga di oggi, ma anche del passato, partendo da una sorpresa: Loris Karius.

Forse un po’ a sorpresa, il miglior portiere attualmente in attività di questa speciale caratteristica è Loris Karius. Il portiere dell’Union Berlin, in prestito dal Liverpool e che al momento fa panchina a Luthe, ha neutralizzato il 38.9% dei calci di rigore nel corso della sua carriera in Germania. Sette rigori parati su diciotto subiti, tutti con la maglia del Mainz e portandosi a casa qualche scalpo importante come quelli di Marco Reus, Thomas Müller e Ciro Immobile. Curiosamente anche il secondo elfmetertöter proviene dalla scuola Mainz, ma ne ha parato uno anche con un’altra maglia, stiamo parlando di Florian Müller. Il classe ’97 che adesso difende i pali del Friburgo ha neutralizzato un rigore all’anno da quando ha esordito in Bundesliga nella stagione 2017/18 per un totale di quattro sugli undici affrontati (36.4%). Il podio dei portieri in attività è chiuso da Jiri Pavlenka, che nel corso della sua esperienza al Werder Brema ha ipnotizzato cinque dei quattordici (35.7%) tiratori che gli si sono opposti.

Nella top ten di dei portieri in attività troviamo anche Ralf Fährmann, Manuel Neuer, Lucas Hradecky e Koen Casteels con quest’ultimo che al di fuori della Bundesliga ha una percentuale molto più alta di parate. Curiosamente, uno che di rigori ne para pochi, ma è salito alla ribalta quest’anno per averne parati due a Sergio Ramos (che ne aveva segnati 22 di fila fino a quel momento) in Nations League è Yann Sommer. Il portiere del Glabdach ha una percentuale del 14.8% in Bundesliga, ma in carriera viaggia sul 30%.

Yann Sommer
Uno dei due rigori parati a Sergio Ramos da Sommer in Uefa Nations League. Fonte: Getty/OneFootball

Storicamente parlando, la palma del miglior pararigori della storia in Bundesliga va a Jean-Marie Pfaff, portiere del Bayern Monaco dal 1982 al 1988 con ben nove rigori parati sui quattordici affrontati, seguito da Bernhard Wessel con il 58.3% (7/12) nel corso della sua carriera al Borussia Dortmund tra il 1961 ed il 1969. Chiude il podio storico Manfred Paul, estremo difensore del Karlsruhe tra il 1960 ed il 1966, con sei giocatori ipnotizzati su dodici.

Menzioni speciali per il compianto Robert Enke (11 parati su 27), il mitico Andreas Köpke (17 parati su 45) e Diego Benaglio (11 parati su 31 fronteggiati).  Citazione d’onore anche per Rudi Kargus, che ne ha parati più di tutti in Bundesliga: 24. Secondo Nigbur a 21, mentre al terzo posto c’è Toni Schumacher con 19, ma con un misero 22% di parate. Si è visto idi meglio…

Merita una citazione anche chi di norma ha fatto tutt’altro, ma nel corso della sua carriera si è ritrovato a dover fronteggiare un rigore nelle vesti di portiere. Il più recente tra loro è sicuramente Jan Rosenthal, punta girovaga, che si è concesso il piacere di neutralizzare una grande punta dei giorni nostri: Edin Dzeko. Curiosamente, tra i cinque giocatori di movimento ad aver parato un rigore in Bundesliga, tre sono degli attaccanti. Oltre al già citato Rosenthal ci sono infatti Ludwig Bründl, storica punta dell’Eintracht Braunschweig, e Wolfgang Frank, anche lui con trascorsi nel Braunschweig oltre che nel Borussia Dortmund e nel Norimberga. Gli altri due a potersi fregiare di questa particolarità sono Michael Schjönberg, ex Hannover e Kaiserslautern, ed Hans-Walter Eigenbrodt, difensore anni ’50 dell’Eintracht Francoforte.

1 Comment

Rispondi