Was für ein Spiel – 2007, quando il Dortmund tolse il titolo allo Schalke

Dortmund Schalke 2007

La situazione attuale dello Schalke 04 spinge spesso i tifosi dei Knappen a guardare ad un passato decisamente più glorioso del presente. Nel decennio che va dal 2004 al 2014 i Königsblauen si classificarono in ben 8 occasioni tra le prime quattro in Bundesliga, centrarono una storica qualificazione alle semifinali di Champions League ed ottennero ottimi piazzamenti in DFB Pokal, vincendola nel 2011. In una di queste occasioni andarono molto vicini ad alzare il Meisterschale. Era la stagione 2006/2007 e dopo la precoce eliminazione in Coppa Uefa nessuno si sarebbe aspettato una cavalcata del genere. L’allenatore tedesco Mirko Slomka era riuscito a mettere in campo una formazione che, oltre ad avere molto talento, sapeva giocare un bel calcio corale e mettere costantemente in difficoltà le difese avversarie.

Il 4 febbraio del 2007, dopo una breve parentesi nel girone d’andata, lo Schalke raggiunse la vetta della classifica e la mantenne per oltre tre mesi. I Knappen erano una squadra meravigliosa, Tra i pali c’era un giovanissimo Manuel Neuer che già aveva su di sé gli occhi di mezza Europa; la difesa poteva contare sull’apporto di uno straordinario Rafinha; a centrocampo c’erano entrambi i fratelli Altintop, Hamit ed il più sfortunato Halil; il terminale offensivo era Kevin Kuranyi, bomber da 15 gol in Bundesliga assicurati. In questo contesto si inseriva un giovane già dotato di grandissimi colpi che lasciavano senza fiato Gelsenkirchen, Mesut Özil. Facile immaginare che una squadra del genere potesse ambire ad arrivare in alto.

Borussia Dortmund – Schalke: la partita

A rompere i sogni di gloria di quella squadra ci pensarono i rivali di sempre, il Borussia Dortmund. I giallo-neri erano lontanissimi dall’essere la squadra che ha dominato la Bundesliga con Klopp e che è stata capace di arrivare ad un passo dal trionfo in Champions League. La formazione allenata da Thomas Doll, infatti, concluse la stagione al nono posto. Ciò nonostante quel 12 maggio del 2007 riuscirono a strappare dalle mani dei giocatori dello Schalke un Meisterschale che sembrava ormai già vinto.

Al termine di un primo tempo dominato dagli uomini in bianco-blu i Knappen concessero un clamoroso contropiede ai padroni di casa. Christoph Metzelder anticipò gli avversari sulla destra e partì per tutta la corsia arrivando a mettere dentro un pallone che Alex Frei doveva solo spingere in rete. Per un attimo si gelarono tutti i tifosi bianco-blu giunti in massa al Signal Iduna Park. Nel secondo tempo gli uomini di Slomka fecero di tutto per pareggiare ma la porta di Weidenfeller era stregata. Su un altro contropiede, ancora condotto da Metzelder, Smolarek chiuse definitivamente la contesa. Era la fine di un sogno. Uno dei migliori Schalke della storia vedeva spazzati via i propri desideri dai cugini giallo-neri. L’incubo si faceva reale quel giorno. I Königsblauen arrivarono secondi anche tre anni dopo ma non diedero mai l’impressione di poter vincere la Bundesliga come quell’anno, quando al termine della partita che gli costò il titolo i tifosi del Borussia si alzarono in piedi per urlare: “was für ein Spiel!”.

Alla posizione numero tre di questa classifica.

Rispondi