Un giovane da record: Musiala è la soluzione per il Bayern?

musiala bayern

Il Bayern Monaco, come noto, è una società molto attenta al calciomercato giovanile. Il club di Säbener Straße ha un settore scout di primo livello e ciò gli consente, da tempo, di scovare giovani pepite anche tra i giovanissimi. È il caso di Jamal Musiala, classe 2003.

Il ragazzo, strappato all’Academy del Chelsea nel luglio dello scorso anno, è già stato in grado di frantumare due importanti record in casa Bayern Monaco. Il 20 giugno 2020, infatti, entrando in campo all’88’ di Bayern Monaco-Friburgo 3-1, è diventato l’esordiente in Bundesliga più giovane di sempre nella storia dei bavaresi.

Poi, il 18 settembre 2020, entrato sul prato dell’Allianz Arena al 73’ di Bayern Monaco-Schalke 04, è diventato anche il più giovane giocatore di sempre a segnare un gol in campionato con la maglia biancorossa. Precisamente, la rete dell’8-0 finale all’81’ all’età di 17 anni e 205 giorni. Cosa altro manca ancora per definirlo un predestinato?

Musiala è un giocatore dalle spiccate attitudini offensive. Nato attaccante centrale, è stato convertito strada facendo in un trequartista di qualità. In Prima Squadra, con Flick, che adotta il 4-2-3-1 come modulo di base, Musiala è stato dirottato a giocare come esterno alto a sinistra. Con gli stessi, splendidi risultati.

Giocatore imprevedibile e talentuoso, Musiala è stato definitoun ragazzo di ghiaccio da Sebastian Hoeneß, allenatore della seconda squadra del Bayern Monaco. Se gli si parla prima di un match, il calciatore nativo di Stoccarda ma di origini anglo-nigeriane, non lascia trasparire alcuna emozione. È sempre calmo, concentrato e focalizzato sull’obiettivo.

Il che, va detto, gli potrà sicuramente tornare utile quando approderà in pianta stabile tra i ‘grandi’ di Flick. Quando potrà accadere? Magari ci vorrà un po’, magari potrà accadere prima di quanto pensiamo. Già, perché Flick, dal mercato, si aspettava un rinforzo in più proprio nel settore degli esterni offensivi.

Philippe Coutinho e Ivan Perišić non sono stati riscattati e hanno fatto ritorno, rispettivamente a Barcellona ed Inter. Sono stati investiti quasi 50 milioni di euro su Leroy Sané e sono rimasti Kingsley Coman e Serge Gnabry. Per essere un team davvero completo in ogni reparto, mancava un quarto elemento di qualità in quel settore. Per questo è arrivato Douglas Costa. Ma se invece per il Bayern Monaco l’opzione migliore fosse proprio Musiala? Ai bavaresi, di certo, non manca il coraggio di investire e puntare su di lui, al di là dell’età e dell’esperienza.

In allenamento ha dimostrato tante volte quanto ha dimostrato contro lo Schalke 04 – ha spiegato il tecnico del Bayern Monaco campione di tutto nella stagione sportiva 2019/20 – Questo è il primo passo di un lungo cammino”. Il suo per ora è piuttosto veloce: dall’Under 19 alla prima squadra del Bayern nel giro di una stagione, passando giusto un attimo dal ‘via’, ovvero la seconda squadra. Ora sogna di stabilirsi in prima squadra. Ed è una soluzione in più per Flick. Nonostante Douglas Costa…

Rispondi