Terodde e l’Amburgo: missione Bundesliga

Terodde

Sono ormai due stagioni, tre con quella che inizierà a breve, che l’Amburgo lotta in Zweite Bundesliga per tornare a competere al massimo livello del calcio tedesco senza riuscirci. Gli ultimi due finali di stagione dei Rothosen sono stati da mani nei capelli con due promozioni perse nelle ultime giornate ed anche le possibilità di giocarsi il playout, visti i due quarti posti ottenuti.

Ora, alla terza stagione in Zweite Bundesliga arriva la terza rivoluzione. Dopo l’arrivo in panchina di Daniel Thioune, diciassettesimo tecnico in dieci anni, l’Amburgo ha deciso di piazzare quello che per la seconda serie tedesca è un colpo da novanta: Simon Terodde. L’attaccante arriva da Colonia a costo zero ed ha firmato un contratto di un solo anno con una missione chiara: riportare Der Dino in Bundesliga. Si parla di colpo da novanta perché Terodde è attualmente il giocatore in attività con più reti nella seconda serie tedesca – 118 centri in 220 partite a 36 dal primato detenuto da Dieter Schatzschneider -, un peso massimo della categoria. Nell’ultima stagione giocata in 2.Bundesliga ha trascinato il Colonia alla promozione con 29 gol ed anche nella penultima disputata ha portato alla promozione un’altra storica squadra come lo Stoccarda con 25 reti.

Come a Colonia, anche ad Amburgo, Torodde – soprannome derivato dalla fusione del suo cognome con la parola ‘tor’ che significa porta e segnala la rete in tedesco – troverà una corazzata pronta a lottare per la promozione. Nelle amichevoli precampionato, Thioune, per ora ha sempre schierato un attacco a due con Wintzheimer e, appunto, Terodde. I due sembrano trovarsi davanti e nelle ultime due amichevoli giocate con Stoccarda (persa 3-2) e Feyenoord (vinta 0-1) hanno entrambi trovato la via del gol, giusto per non perdere il vizio. A sostenere l’attacco ci sarà poi uno dei giocatori più forti del campionato, quel Tim Leibold che lo scorso anno fornì ben 16 assist in stagione, nessun terzino come lui in Europa, che è stato confermato dai Rothosen ed è pronto ad aiutare Terodde alla caccia della promozione e del primo posto nella classifica all-time dei marcatori di 2.Bundesliga.

L’Amburgo ha quindi scelto di affidarsi ad un totem della Zweite Bundesliga per provare a tornare dove gli spetta e lasciarsi alle spalle gli ultimi due incredibili finali di stagione. Ora sta a Simon Terodde dimostrare di non aver perso smalto nell’anno trascorso come subentrante dalla panchina nelle fila del Colonia e di poter essere ancora quella macchina da gol implacabile che decide, da solo, le sorti di una squadra.

Rispondi