Lazaro riparte dal Borussia Mönchengladbach

Valentino Lazaro

L’esperienza italiana di Valentino Lazaro non è durata neanche un anno. Dopo i primi 6 mesi all’Inter in cui non è riuscito a convincere Antonio Conte, reo comunque di avergli dato poche chance, è stato girato in prestito al Newcastle. In Premier League le cose sono andate leggermente meglio ma non a tal punto da convincere i Magpies ad investire sul suo cartellino. Tornato a Milano, ora è stato spedito, sempre in prestito, in Germania dove aveva giocato e si era consacrato ad alti livelli con l’Hertha Berlino. Il Borussia Mönchengladbach ha fiutato una nuova occasione e non se l’è fatta sfuggire. La Bundesliga è il campionato dove ha reso meglio finora e immaginare su una fascia Bensebaini e sull’altra Lazaro deve aver fatto gola a Marco Rose.

Valentino Lazaro, l’uomo giusto al posto giusto

Quello appena trascorso è stato un anno molto difficile per Valentino Lazaro. Arrivato a Milano sponda nero-azzurra per una cifra superiore ai 20 milioni di euro sembrava fosse pronto per diventare il padrone della fascia destra. Le cose sono andate diversamente. L’austriaco ha impiegato più tempo del previsto per ambientarsi e quando è sceso in campo non ha brillato. Solo 6 presenze, troppe poche per giudicarlo, abbastanza per convincere Antonio Conte a girarlo in prestito. Per tutta la prima parte della stagione gli ha preferito Candreva, cambiare aria era la soluzione migliore. Sbarcato in Inghilterra le cose sono leggermente migliorate. 13 presenze, 3 sole da titolare ed un gol nel 4-1 rifilato al Bournemouth. Un bottino discreto che però non ha convinto la dirigenza bianco-nera ad investire su di lui.

Tornato in Italia le possibilità sono diventate sempre meno. Oltre a Candreva sulla sua fascia c’è un’altro giocatore ex Bundesliga, Achraf Hakimi. Impossibile per Lazaro restare a Milano meglio quindi tornare nel campionato che lo ha reso celebre, quello tedesco. Il Borussia Mönchengladbach è una soluzione ottimale per lui. La concorrenza è sicuramente tanta. Sulla sua stessa corsia c’è un altro austriaco, Stefan Leiner, acquistato la scorsa stagione dal RB Salisburgo ed autore di un’ottima annata.

Quest’anno però i Fohlen saranno impegnati su più fronti ed un’alternativa di ottimo livello non può che far bene a Rose. Sia che decida di giocare con la difesa a 5 che con quella a 4 l’ex Hertha Berlino è un giocatore che può garantire tanta spinta ma anche un discreto senso tattico. Non sarà il miglior esterno difensivo al mondo in fase di non possesso ma ha dimostrato di non essere un fattore negativo. In più, rappresenta una validissima alternativa nel ruolo di ala destra, con caratteristiche più offensive. Le fasce  sono una delle chiavi del gioco di Rose e avere un’alternativa a Marcus Thuram a livello di dribbling e fantasia può rivelarsi essenziale.

L’inizio non è stato dei migliori, visto che alla prima amichevole si è infortunato al polpaccio e dovrà saltare diverse settimane. Ma il tempo depone certamente a suo favore.

Lazaro sbarca a Mönchengladbach pieno di buone speranze, consapevole che questo è un treno che non va lasciato passare. Dovrà convincere il Borussia in un anno: è arrivato soltanto in prestito, ma ha un diritto di riscatto da 15 milioni di euro. Tra Champions League e Bundesliga, avrà il tempo e le occasioni per farlo.

Rispondi