Una terra di finali: quando l’Europa League si è decisa in Germania

finali Europa league germania

Il ritorno dell’Atlético – Nel 2010 l’Europa League, che ha preso il posto, proprio da quell’edizione della Coppa UEFA, si assegna al Volksparkstadion di Amburgo. Non è più la competizione ad eliminazione diretta di nove anni prima, ma un torneo che ricalca la Champions League, da cui proviene una delle finaliste, l’Atlético Madrid di Quique Sánchez Flores. È una squadra che è risorta dopo essere stata anche in Segunda División e che in rosa ha campioni come Sergio Agüero, Diego Forlán e un giovanissimo David De Gea. Di fronte a loro il Fulham di Roy Hodgson e Bobby Zamora, alla prima finale europea della sua storia. Nel nord della Germania il match è molto incerto, con gli spagnoli che cominciano meglio e gli inglesi che crescono alla distanza. Al 90 è 1-1 con i gol di Forlán e del gallese Simon Davies. Nei supplementari, a quattro minuti dai rigori, è ancora l’attaccante uruguaiano dei colchoneros a decidere la competizione, sfruttando con tocco di “rapina” un assist di Agüero dalla sinistra. Dopo 48 anni l’Atlético Madrid rivince un trofeo europeo. Ancora in Germania, come nel 1962.

Rispondi