I colpi di mercato della Bundesliga che vi siete persi

mercato bundesliga

Il Borussia Dortmund fa il colpo Reinier: arriva il fantasista del Real Madrid, classe 2002. Prestito secco di due anni, escluso un diritto di riscatto. Come ha già avuto modo di spiegare Lucien Favre, sarà un’alternativa nel tridente d’attacco ed eventualmente anche a centrocampo.

Il Werder Brema ha ufficializzato l’arrivo di Tahith Chong dal Manchester United: prestito secco di un anno in Bundesliga per il talento olandese, che darà una grande mano in attacco. Rinforzo di primo piano per il 4-3-3 di Kohfeldt, che numericamente cercava rinforzi dopo gli addii di Bartels e Pizarro più il prestito di Goller. Juventus e Inter lo cercavano prima del rinnovo con lo United.

Il Sassuolo fa ancora shopping in Germania: dopo Jeremy Toljan, arriva in neroverde Kaan Ayhan, difensore ex Fortuna Düsseldorf cresciuto nello Schalke 04. Il classe 1994, centrale di ruolo ma anche in grado di giocare terzino destro e mediano, si trasferisce a titolo definitivo dopo essere retrocesso con l’F95 quest’anno. Lo scorso anno era stato accostato all’Atalanta.

L’Union Berlino ha annunciato che Neven Subotic non si allenerà più con il gruppo e si troverà una nuova squadra. Il centrale serbo, leggenda del Dortmund, cerca una nuova sfida a 32 anni. Viene da una stagione con buona continuità fisica (23 presenze complessive), ma molti alti e bassi a livello di rendimento in campo.

Il Friburgo saluta Luca Waldschmidt, che diventa ufficialmente un giocatore del Benfica per 15 milioni di euro. L’attaccante tedesco, in grado di giocare anche da ala e nel giro della nazionale, viene da un anno in chiaroscuro con 8 goal. Un anno fa era stato grande protagonista all’Europeo Under 21 in Italia, chiuso da capocannoniere segnando 7 goal in 5 partite.

Ron-Robert Zieler è tornato a casa: il campione del mondo 2014, dopo essere stato epurato dall’Hannover in seconda divisione – che ha scelto Esser come titolare – ha firmato col Colonia in prestito, la squadra dove è cresciuto. Sarà il secondo di Timo Horn.

Rispondi