Il futuro di Havertz: l’accordo col Leverkusen, la scelta del Bayern

havertz bayern

Pensate al nome di un top club europeo che possa spendere un centinaio di milioni su un solo giocatore, che magari ha vinto la Champions negli ultimi 15-20 anni (requisito non necessario) e che è al top d’Europa, un club di punta del panorama calcistico continentale. Ecco, pensato? Bene, sappiate che quel club è stato accostato almeno una volta a Kai Havertz. D’altronde è impossibile non essere rapiti da quello che Völler ha definito come il giocatore più forte nella storia del Bayer, nonostante abbia soltanto ventuno anni.

Questa sera Havertz sarà uno dei grandi protagonisti nella finale di DFB-Pokal: il suo Leverkusen sfiderà il Bayern Monaco. Salvo sorprese dell’ultimo minuto, come accaduto in campionato, Havertz sarà della partita. E ovviamente le voci di mercato si inseguono, visto che l’accostamento viene da sé, quasi automatico. Eppure, se mai le strade dei bavaresi e del talento di Aachen dovessero incrociarsi, non sarà quest’estate.

Ad affermarlo è stato Karl-Heinz Rummenigge alla vigilia della partita dell’Olympiastadion. Ai microfoni di ‘Sport1’, il numero uno del Bayern ha affermato che, a causa dei problemi finanziari post Coronavirus, il club non potrà permettersi altri grossi investimenti oltre a quello fatto per Leroy Sané. 

“Sarò molto chiaro per quel che riguarda Havertz: quest’anno, per noi, è un trasferimento impossibile a livello finanziario. Il Bayern, così come tutto il calcio europeo, sta fronteggiando problemi economici da quando le partite si giocano senza spettatori”

Chiaramente la partenza di Thiago, anche quella annunciata dallo stesso Rummenigge, cambia parzialmente le carte in tavola. Forse, però, non così tanto da permettere al club di sborsare 100 milioni di euro. Ovvero, la richiesta da cui il Leverkusen non ha intenzione di smuoversi, come dichiarato più volte.

Ieri comunque Rudi Völler alla Bild ha chiarito ancora una volta che la speranza del club è quella di riuscire a mantenere in rosa il classe 1999 almeno per un altro anno, visto che ha un contratto in scadenza nel 2022. E, in ogni caso, arrivare a un accordo per un prolungamento non sembra impossibile. Visto che si è anche arrivati a un accordo importante interno per quest’estate: se arriverà l’offerta giusta per il club e per il giocatore, Havertz sarà libero di andare. Ma senza sconti ai club che busseranno alla porta del Bayer.

“Personalmente spero che possa rimanere con noi un altro anno. Con Kai abbiamo raggiunto un accordo interno: se dovesse arrivare un’offerta funzionale a lui e a noi, quest’estate potrà andare via”.

Nei mesi scorsi si è parlato frequentemente di Chelsea, Real Madrid, Liverpool, Manchester United, Barcellona. Tutte, giustamente, tengono d’occhio il talento del Leverkusen. Il Bayern, però, parte come spesso capita un passo avanti. Soprattutto perché Havertz copre un ruolo nel quale il club potrebbe presto aver bisogno di rinforzi, tra trequarti, centrocampo e all’occorrenza anche attacco. Potrebbe ricalcare i passi di un giocatore duttile come Thomas Müller, che a settembre compirà 31 anni, ma anche essere l’erede di Thiago, anche se con un ruolo diverso magari con un anno di ‘pausa’ in mezzo. I buoni motivi non mancano. Intanto, però, pensa a batterlo. E non sarà un’impresa facile.

3 pensieri riguardo “Il futuro di Havertz: l’accordo col Leverkusen, la scelta del Bayern

Rispondi