90 minuti alla fine: gli ultimi testa a testa della Bundesliga 2019/20

Bundesliga 2019/20

Mancano soltanto 90 minuti alla fine della Bundesliga 2019/20. L’ultima giornata del campionato probabilmente più strano di sempre dovrà esprimere ancora tre verdetti. Ecco quali.

Bundesliga 2019/20 – Gladbach o Bayer: chi va in Champions?

Il sorpasso della penultima giornata ha rimescolato tutte le carte in zona Champions League: ora è il Borussia Mönchengladbach ad avere il quarto posto in mano. Sfida l’Hertha Berlino in casa, lo stesso Hertha che sabato scorso ha beffato il Bayer Leverkusen battendolo 2-0 e facendogli perdere il posto Champions.

Il quadro è abbastanza delineato, anche perché la differenza reti sembra troppa per essere colmata. Al Gladbach basta vincere, ma anche pareggiare, in casa con l’Hertha per andare in Champions e beffare il Bayer. A meno che il Leverkusen decida di battere il Mainz con nove o più goal di scarto. In quel caso, con la differenza reti pareggiata, i Fohlen dovrebbero cercare di pareggiare segnando sei o più goal. Certo, siamo probabilmente nel campo della fantasia.

In realtà la corsa Champions sarebbe a tre, perché di mezzo c’è anche il Lipsia. Ma nel caso finisse quarto pari punti con il Leverkusen – oppure tutte e tre a 63 – ha un vantaggio in termini di differenza reti oggettivamente incolmabile: dovrebbe perdere circa 20-0. Comunque i Rotenbullen rischiano di finire quarti (e quindi comunque in Champions) se il Borussia dovesse vincere e loro solo pareggiare o perdere sul campo dell’Augsburg.

Fortuna e Werder, tra Relegationsspiel e Zweite

Il verdetto più atteso e più drammatico: chi retrocederà e chi andrà al Relegationsspiel contro la terza classificata della Zweite? Il Fortuna Düsseldorf parte con un importante vantaggio di +2 e una trasferta non impossibile contro l’Union Berlino. Il Werder Brema, invece, sfida il Colonia in casa. Al Fortuna basta vincere per non dipendere dal Werder. Oppure pareggiare, se il Werder non dovesse vincere.

A Brema sperano e hanno due sole chance per salvarsi: vincere e sperare in una sconfitta dei Flingeraner oppure vincere con cinque o più goal di scarto e sperare in un pareggio del Fortuna. In tutti gli altri casi, sarà retrocessione. Anche qualora dovesse il Werder vincere 4-0 e il Fortuna pareggiare 4-4, caso in cui tutto sarebbe in perfetta parità, goal segnati compresi. A condannare i grünweiß sarebbero gli scontri diretti.

C’è un precedente che dà speranza alla squadra di Florian Kohfeldt: nel 2013, proprio all’ultima giornata, il Fortuna retrocesse clamorosamente. A 90 minuti dalla fine era quartultimo a 30 punti, davanti ad Augsburg e Hoffenheim. Entrambe vinsero all’ultima giornata, mentre il Fortuna crollò ad Hannover e si ritrovò al penultimo posto. Retrocessione. Che la Bundesliga 2019/20 possa avere un finale simile? A Brema non possono che incrociare le dita e tifare Union. Oltre a fare il loro.

Preliminari di Europa League, un posto per due

C’è anche un’ultima formalità da chiarire nell’ultima giornata: chi dovrà affrontare i preliminari di Europa League e chi accederà direttamente alla fase a gironi. Testa a testa tra Wolfsburg e Hoffenheim: i primi sfidano il Bayern in casa, i secondi il Borussia Dortmund in trasferta. L’Hoffenheim dovrebbe sperare in un’impresa al Westfalenstadion, facendo un risultato migliore dei Wölfe per superarli. Oppure vincere circa 11-0 sperando che il Wolfsburg vinca solo 1-0. Oppure perdere 1-0 sperando che il Wolfsburg perda 11-0. Forse un po’ troppo surreale.

Rispondi