Promozioni e spareggi, la Regionalliga pensa al futuro

regionalliga

È la prima serie dilettantistica tedesca e l’unica, tra le prime quattro divisioni del calcio della Repubblica Federale a non aver ancora ripreso a giocare. La Regionalliga però sta disegnando il suo futuro più o meno prossimo e lo sta facendo con le decisioni delle cinque associazioni regionali, che governano il calcio amateur in Germania. Un’autonomia che ha portato a scenari differenti per ognuno dei cinque gironi di Regionalliga.

Baviera, promossa la capolista – La BFV, massimo organo regionale, ha deciso la promozione del Türkgücü München, in testa alla classifica con nove punti sulla seconda. I “turchi di Monaco” saliranno in 3.Liga direttamente, mentre le altre 17 squadre continueranno la stagione, a partire da settembre. Le prime quattro poi si giocheranno da febbraio 2021 un posto per i play off che daranno accesso alla 3.Liga 2021-2022, cancellando di fatto il 2020-2021 del calcio bavarese.

Regionalliga Nord, ancora tutto da decidere – Il campionato organizzato dalla NFV non ha ancora un futuro certo, perché la decisione definitiva verrà presa a fine giugno in un’assemblea straordinaria. Lo scenario più probabile vedrebbe Il VfB Lübeck, capolista al momento dell’interruzione giocare nella prossima stagione in 3.Liga, con il blocco delle retrocessioni e la possibilità di iniziare il 2020/2021 con 22 squadre, in girone unico o con due raggruppamenti.

Regionalliga Nordost, polemiche per la promozione – Nel torneo, che abbraccia i territori della ex DDR, la situazione è a dir poco turbolenta. La NOFV ha nominato campione la Lokomotive Lipsia, che dovrà andarsi a giocare la promozione alla 3.Liga in uno spareggio contro la rappresentante della Regionalliga West. C’è un problema, perché per scegliere chi dovrebbe disputarsi il pass per la 3.Liga si è scelto il quoziente punti, criterio che ha sfavorito il Altglienicke, club berlinese in testa al momento dell’interruzione ma con una partita in più rispetto alla Lok. Sicuro invece è il nodo retrocessioni: non scende nessuno tranne il Rot-Weiß Erfurt, sceso dopo essersi ritirato dal campionato per problemi finanziari.

Regionalliga West, spera il Verl – L’avversario della Lokomotive Lipsia nello spareggio promozione potrebbe essere il SC Verl. I renani, che quest’anno sono arrivati fino agli ottavi di finale di Coppa di Germania (ko contro l’Union Berlin) avrebbero questa possibilità, pur non avendo vinto il campionato. La capolista infatti è il SV Rödinghausen, che però non ha ottenuto la licenza per la 3.Liga, lasciando così il post al Verl, che secondo la stampa tedesca potrebbe giocare le proprie partite interne alla Benteler-Arena di Paderborn. La decisione finale sarà il 20 giugno nell’assemblea della locale associazione calcistica regionale.

Regionalliga Südwest, Saarbrücken in festa – La formazione della Saar, semifinalista perdente dell’edizione in corso della DFB-Pokal, è stata dichiarata campione del torneo, attraverso il criterio del quoziente punti e tornerà in 3.Liga dopo sette anni. Nessun club dovrebbe essere retrocedere, con la prossima stagione dove ai nastri di partenza ci potrebbero essere 22 squadre.

Rispondi