Doucouré ce l’ha fatta: esordio col Gladbach dopo 4 anni

doucouré gladbach

Al 90′ della sfida del Borussia Mönchengladbach contro l’Union Berlino, ennesimo successo per la squadra di Rose, Ibou Traoré ha calciato un pallone in fallo laterale senza apparente motivo: nessuno zoppicava, il punteggio era sul 4-1. Quel gesto è stato applaudito da tutti i compagni. Da fuori, tutto sembra strano, ma non lo è affatto. Perché, finalmente, era il momento per Mamadou Doucouré di esordire con il Gladbach in prima squadra.

Il difensore francese classe 1998 era arrivato a parametro zero dal PSG nel 2016. Al tempo considerato un grande talento, tanto che aveva fatto tutta la trafila delle nazionali giovanili francesi da titolare e nel 2018 era stato nominato per il Golden Boy. Insomma, sembrava un grande colpo in prospettiva: un anno con l’Under 19, poi subito in prima squadra per inserirsi. Non è andata proprio così.

Da Parigi si è portato dietro problemi muscolari che per tutti gli ultimi tre anni non gli hanno mai dato pace, tanto che anche solo per giocare con la seconda squadra ci aveva messo oltre due anni, debuttando nel 2018. Dopo due presenze, di nuovo i problemi in serie.

Quest’anno ha ritrovato un minimo di continuità, si è spesso allenato con la prima squadra e raccolto una decina di partite con la seconda in Regionalliga.

Poi, contro l’Union, finalmente Doucouré ha esordito con il Gladbach. Accolto dalla standing ovation di tutto il pubblico. Un tributo meritato per un giocatore sfortunato, che ora spera di vivere un nuovo inizio. A febbraio il club gli ha anche prolungato il contratto, segno di fiducia verso un ragazzo troppo sfortunato.

“Tutti mi hanno aiutato e supportato, tutti hanno sempre creduto in me: compagni, staff, dirigenza”

Non è stato l’esordio che forse immaginava, senza pubblico, ma i compagni hanno fatto rumore per tutti. Dopo quattro anni di attesa e di inferno va bene così.

Marcus Thuram, amico e connazionale, lo ha omaggiato anche nell’esultanza finale, sventolando la sua maglia sulla mascherina.

Rispondi