Martin Hinteregger, il miglior difensore goleador d’Europa (e non solo)

martin hinteregger

André Silva, Bas Dost, Gonçalo Paciência, Filip Kostic, Daichi Kamada, Dejan Joveljic. Questi sono i giocatori da cui l’Eintracht Francoforte quest’anno si sarebbe aspettato i goal necessari per condurre una stagione di Bundesliga dignitosa. Hanno tutti risposto più o meno presente quando si trattava di goal nelle coppe, tra Europa League e DFB-Pokal. In campionato, però, tutti sono dietro al miglior marcatore, che non è un attaccante. Perché Martin Hinteregger di professione fa il difensore centrale, ma a giudicare dai suoi numeri non sembra proprio.

L’austriaco si è tolto il lusso di segnare la prima doppietta in carriera all’Allianz Arena. Certo, purtroppo senza poterne ammutolire 75mila, visti i tempi che corrono. Però due palloni alle spalle di Neuer in pochi possono dire di averli messi. Purtroppo per lui non sono valsi punti, ma soltanto una soddisfazione. Per uno che, comunque, di lusso e soddisfazioni personali non ci vive, anzi: a suo tempo aveva ammesso di non mettersi neanche vestiti costosi tipo Gucci o quant’altro, perché gli stanno scomodi. E pazienza se poi vicino agli amici Trapp o Chandler, sempre vestiti alla moda, sfigura con il suo gilet e col suo cappello da pescatore.

Ah, parlando di calcio e dei miracoli dell’Allianz Arena: Martin Hinteregger si è anche fatto un assist da solo. Certo è dura credere che il primo colpo di testa, da cui poi è scaturito un campanile che lui stesso ha depositato alle spalle di Neuer, fosse effettivamente cercato. Però è uno dei pochissimi che può dire di essersi fatto un assist da solo. Ma che fosse multitasking lo si sapeva già: in un’intervista a ‘Goal’ e ‘Spox’ aveva dichiarato che il suo sogno sarebbe stato diventare un pilota di elicotteri. Non per passione, ma proprio per lavoro. Magari trasportare persone sulle montagne della sua Austria.

La pubblicità comunque dovrà lasciarla fare a qualcun altro, perché i social e la comunicazione non sono il suo forte: ha un cellulare giusto perché può servirgli, ma di quelli vecchio stile. Si pubblicizza decisamente meglio in campo. E non con l’autogoal in particolare che ha realizzato per il 5-2 con un intervento goffo. Le doti difensive di Hinteregger sono arcinote – e se qualcuno non ci credesse, lo invitiamo a vedere il salvataggio di settimana scorsa – a livello fisico e tecnico. Sono quelle che hanno spinto l’Eintracht a iniziare una vera e propria telenovela per convincere l’Augsburg a lasciarlo andare in estate, dopo i 6 mesi di prestito.

In suo onore è nata anche la ‘Hinti Army’, perché la solidità e la simpatia a Francoforte hanno travolto tutti: ne è nata una canzone che ha spopolato tra i tifosi delle ‘Adler’. E lui era nel video con loro, con una birra in mano. Gli stessi che hanno mandato lettere all’Augsburg per convincerlo a venderlo in estate, gli stessi che lo vedono come un’idolo e un’icona. Gli hanno perdonato anche il rigore sbagliato contro il Chelsea in semifinale di Europa League l’anno scorso, perché nei 120 minuti era stato eroico. Ed è diventato il volto di un’immagine dall’intensità straordinaria. Perché oltre ad essere un difensore di altissimo profilo, Martin Hinteregger è una persona straordinaria. E sì, da quest’anno, evidentemente, anche un goleador.

Un pensiero riguardo “Martin Hinteregger, il miglior difensore goleador d’Europa (e non solo)

Rispondi