Nel segno di Kovac: gli incroci tra Bayern e Eintracht

bayern eintracht

Un ‘Topspiel’, non solo per l’orario a cui si gioca (18.30 del sabato, come di rito). Bayern Monaco ed Eintracht Francoforte negli ultimi anni sono sempre state separate da un ampio divario in classifica, ma gli scontri diretti sono sempre stati decisivi. Specialmente tra il maggio 2018 e il novembre 2019. Nei 18 mesi in cui Niko Kovac è stato l’allenatore del Bayern Monaco, dall’annuncio mentre era ancora al timone dell’Eintracht, fino all’addio. Quattro partite, quattro date che hanno segnato la carriera dell’allenatore croato.

19 maggio 2018, finale di DFB-Pokal: Bayern-Eintracht 1-3. Già da un mese Niko Kovac è stato ufficializzato come nuovo allenatore del Bayern, notizia presa poco bene dai tifosi dell’Eintracht. Nell’ultima partita alla guida delle ‘Adler’, il croato si fa perdonare: rovina l’addio ai bavaresi (e in generale alla panchina) di Jupp Heynckes portando una coppa a Francoforte a 30 anni dall’ultimo successo. Non il miglior modo per farsi amare dai suoi prossimi tifosi. Quantomeno ha guadagnato credito più o meno eterno all’Eintracht.

Niko Kovac Bayern Eintracht
Niko Kovac uomo copertina nel trionfo dell’Eintracht a Berlino. Fonte: Getty/OneFootball

12 agosto 2018, DFL-Supercup: Eintracht-Bayern 0-5. La prima partita ufficiale di Kovac con il Bayern è, guardacaso, alla Commerzbank-Arena di Francoforte contro l’Eintracht che aveva portato alla vittoria in DFB-Pokal tre mesi prima. Risultato? Una tripletta di Lewandowski e una partita senza storia dall’inizio alla fine, con il polacco a fare quello che voleva. Trofeo a Monaco e miglior inizio possibile sulla sua nuova panchina. Contro la sua ex squadra…

18 maggio 2019, Bundesliga: Bayern-Eintracht 5-1. All’ultima giornata, con il proprio destino in mano, il Bayern Monaco all’Allianz Arena festeggia il Meisterschale demolendo l’Eintracht dopo la paura iniziale (Haller pareggia al 50′, Alaba sistema tutto tre minuti dopo). Nel giorno dell’addio di Robben, Ribéry e Rafinha: i primi due, entrati a partita in corso, trovano anche modo di segnare e concludere un pomeriggio di festa e lacrime. E, per Kovac, di sollievo. Anche perché l’Eintracht riesce comunque a chiudere al settimo posto nonostante la sconfitta e confermarsi in Europa League, dopo gli spareggi.

La festa per il Meisterschale. Fonte: Getty/OneFootball

2 novembre 2019, Bundesliga: Eintracht-Bayern 5-1. Quasi 6 mesi dopo il pomeriggio di gloria, Niko Kovac vive la peggior giornata possibile da allenatore del Bayern Monaco, in uno stadio dove era stato idolo, dove aveva celebrato il primo successo con il Bayern. L’espulsione di Boateng a inizio gara permette all’Eintracht di dilagare e dominare in lungo e in largo. Qualche ora dopo, le strade di Kovac e del Bayern si separeranno, chiudendo un cerchio che si era aperto 18 mesi prima all’Olympiastadion. Dalla gioia più grande a momento più critico. L’andata fu fatale: questo match di ritorno Kovac se lo guarderà dal divano di casa, magari con qualche rimpianto.

Rispondi