Quando il Borussia Dortmund lottava per la salvezza

Borussia Dortmund salvezza

Il Borussia Dortmund è una delle squadre più conosciute, forti e vincenti di Germania: i gialloneri nel loro palmarès 8 titoli di campione nazionale, 6 Supercoppe nazionali, 4 Coppe nazionali, oltre che una Coppa delle Coppe, una Champions League ed una Coppa Intercontinentale. Il BVB è stato, nel 1966, con la vittoria in finale di Coppa delle Coppe contro il Liverpool (2-1 d.t.s.). il primo club tedesco a vincere un trofeo internazionale. Eppure in pochi, pochissimi sanno che il Borussia Dortmund, nella sua storia, spesso se l’è vista brutta, lottando per la salvezza e vivendo persino quattro stagioni d’inferno in seconda serie.

Andiamo con ordine. Appena 4 anni dopo la vittoria in Coppa delle Coppe, iniziano le difficoltà della compagine giallonera: dopo il 5° posto conquistato nel 1970, l’anno seguente, 1971, il Borussia Dortmund raggiunge la salvezza arrivando 13° in classifica, con 29 punti, soltanto 2 punti sopra le retrocesse Kickers-Offenbach e Rot-Weiss Essen nella Bundesliga vinta dal Borussia Mönchengladbach.

Il campionato successivo, 1971-1972, è l’anno del crollo: il Borussia Dortmund, che fino a quel periodo aveva già vinto 3 titoli nazionali, una Coppa di Germania e la già citata Coppa delle Coppe, arriva al 17° e penultimo posto in classifica, con soli 20 punti e a -3 dall’Hannover, ultima squadra a salvare la pelle. Arriva, quindi, la retrocessione, unitamente all’Arminia Bielefeld, penalizzato di tutti i punti conquistati per lo scandalo calcioscommesse dell’anno precedente. Nell’annata, quindi, in cui gli odiati rivali, Bayern Monaco e Schalke 04, lottano per la vittoria del campionato, il BVB saluta per la prima, storica volta la prima serie tedesca. I gialloneri retrocedono in Regionalliga, oggi quarta divisione del calcio in Germania ma che, all’epoca, rappresentava il secondo livello calcistico.

Per il Borussia Dortmund sono quattro anni di inferno. Rivede la luce al termine della stagione 1975-1976, quando i gialloneri, passati a militare nella 2. Bundesliga (istituita nel 1974), si classificano al secondo posto nel Girone Nord del campionato, con 52 punti, dietro il Tennis Borussia Berlino e conquistano il diritto a disputare i playoff promozione contro il Norimberga, secondo del Girone Sud (54 punti).

Il 17 giugno 1976 il BVB vince 1-0 fuori casa e, sei giorni dopo, arriva il 2-1 al Westfalenstadion, nuova casa del Borussia Dortmund da un paio di stagioni. Doppio successo giallonero e sospirata, agognata, promozione in BundesligaGli anni Ottanta, però, si confermano difficili per il Borussia Dortmund: nel 1982, con Udo Lattek in panchina, la squadra si qualifica per la Coppa UEFA, ma viene eliminata al primo turno, l’anno seguente, dai Rangers Glasgow. Arriva un nuovo picco negativo: 13° posto nel 1984, 14° nel 1985 e, nella stagione 1985-86, arriva addirittura al 16° e terzultimo posto, a 28 punti, pari merito con l’Eintracht Francoforte, che, però, è avanti per differenza reti.

Retrocedono Saarbrücken e Hannover ed il BVB deve, necessariamente, giocare le Relegationsspiel’ contro il Fortuna Colonia, terzo in classifica in 2. Bundesliga. Il 13 maggio 1986, il Borussia Dortmund perde 2-0, ribaltando al ritorno in casa (3-1) il parziale. Serve, quindi, la ‘bella’, sul neutro di Düsseldorf, per stabilire chi deve giocare in Bundesliga. 8-0 giallonero e pericolo di una nuova retrocessione scongiurato.

Dopo un quarto posto nel 1987, e la caduta al 13° nel 1988, il BVB ha preso il via. L’11° posto del 2000 ed il 10° del 1991 e del 1998 sono gli unici due piazzamenti scadenti per una squadra che, negli ultimi 30 anni, ha poi vinto 5 Meisterschale, 6 Supercoppe di Germania, 3 Coppe di Germania, una Coppa Intercontinentale e partecipato svariate volte alla Champions, vinta come noto nel 1997, a Monaco di Baviera, contro la Juventus (3-1).

Più recentemente, però, il Borussia Dortmund ha rivisto i fantasmi del passato e ha dovuto ripensare alla salvezza prima dei trofei: nel dicembre 2014, infatti, è stato per un periodo ultimo in classifica in Bundesliga con 11 punti, frutto di 3 vittorie, 2 pareggi e 8 sconfitte, in 13 giornate. Con Jürgen Klopp, poi, la risalita: al termine della stagione 2014-2015, 7° posto con 46 punti e preliminari di Europa League conquistati. Con la speranza, adesso, di continuare a scrivere una pagina di storia vincente.

Rispondi