‘Fuga’ al supermercato: slitta il debutto di Herrlich con l’Augsburg

herrlich augsburg

Infrangere la quarantena e il protocollo della DFL costa caro (giustamente). Chiedere a Salomon Kalou, protagonista in negativo degli ultimi giorni con il video negli spogliatoi che ha fatto il giro del mondo ed è stato sospeso dall’Hertha. Più clemente – per fortuna… – è stato l’Augsburg con Heiko Herrlich: anche l’allenatore, infatti, ha violato il protocollo, uscendo dalla quarantena.

Un passo indietro: tutte le squadre di Bundesliga questa settimana sono in ritiro. Hotel-campo-hotel è l’unico tragitto che è consentito fare a giocatori e staff tecnico. Se qualcuno dovesse rompere la quarantena, ci tornerebbe per altri giorni, almeno fino a che due tamponi di fila daranno esito negativo.

Ed è proprio quello che succederà a Heiko Herrlich. L’allenatore dell’Augsburg in conferenza stampa ha confessato di essere uscito dall’hotel per andare al supermercato per comprare un dentifricio e una crema per la pelle. Certo, beni essenziali, soprattutto il primo. Ma le regole sono regole, e giustamente vanno rispettate. Tanto che, comunque, il tecnico si è già scusato ammettendo l’errore.

 

L’ex tecnico del Leverkusen non potrà dunque essere in panchina: la fuga al market gli costa la sfida interna contro il Wolfsburg. Quella che sarebbe stata la sua prima alla guida del club bavarese.

Sì, Heiko Herrlich è arrivato all’Augsburg soltanto lo scorso 10 marzo, in sostituzione di Martin Schmidt. Solo che un paio di giorni dopo la sua firma la Bundesliga si è fermata. Quindi, nonostante sia al timone da oltre due mesi, Herrlich non ha ancora esordito. E non potrà farlo nemmeno questo weekend. Una maledizione. Tutto per una fuga al supermercato…

Rispondi