5 motivi per non perdersi Dortmund-Schalke

Borussia Dortmund-Schalke 04

Non sarà un derby come tutti gli altri, e purtroppo non nell’accezione positiva del detto. Ma sarà pur sempre Borussia Dortmund-Schalke 04, nonostante le porte chiuse. Sarà carbone contro acciaio, sarà una sfida tra due città di tradizione mineraria che distano 32 km. E che no, non si amano. Tanto che si dice che i tifosi del Dortmund abbiano scelto la Südtribune del Westfalenstadion per opporsi ai rivali, che scelsero la Nordkurve al Parkstadion. Non siete ancora convinti di guardare Dortmund-Schalke? Ok, vi diamo altri cinque ottimi motivi.

1 – Perché decide campionati. Rimanendo legati soltanto a questo secolo: 2007, Revierderby alla penultima giornata al Westfalenstadion. Lo Schalke aveva in pugno il Meisterschale, poi Smolarek e Frei lo stesero. 2-0 Dortmund, che non aveva più nulla da chiedere alla stagione. Psicodramma dei Knappen. Lo Stoccarda sorpassò in extremis e vinse il titolo. La vendetta parziale è arrivata nel 2019: Dortmund-Schalke 2-4. La squadra allora di Stevens lottava per la salvezza, ma decise di giocare uno scherzo ai rivali a tre giornate dal termine, togliendole dei punti che sarebbero stati utilissimi per metter pressione al Bayern.

2 – Perché tutto si azzera. Parlano i numeri. Goal del Dortmund nel 2020: 27. Goal dello Schalke: 4. Il solo Haaland, per capirci, ne ha segnati 9. Lo Schalke ha segnato un goal negli ultimi 387 minuti di calcio, il Dortmund 10. I Knappen non vincono dal 17 gennaio, da lì 4 pareggi e 3 sconfitte. L’ultima vittoria in trasferta risale a 7 giornate fa. Entrambi record negativi della Bundesliga 2019/20 al momento. E nel 2020 non ha mai segnato in trasferta. Peggio di così.

3 – Perché in campo succede di tutto. Citiamo due esempi, uno dei quali non ha neanche bisogno di presentazioni. Basta la parola: Naldo. Borussia Dortmund-Schalke 4-4, la partita che in Germania definiscono ‘la madre di tutti i derby’. Certo, se risaliamo al 1997 ce n’è un altro: 19 dicembre, Jens Lehmann segna di testa nel recupero il goal che pareggia il Revierderby. All’epoca giocava nello Schalke. Un paio d’anni dopo sarebbe andato al Dortmund

4 – Perché succede di tutto extra-calcio. Ad esempio nel 1969 l’invasione di un cane, di proprietà di un tifoso del Dortmund travestito da poliziotto, che morse Friedel Rausch dello Schalke. Di tutta risposta, il presidente dello Schalke portò un leone in campo nel successivo derby giocato a Gelsenkirchen. Per fortuna non successe come con il cane: il leone non morse nessuno.

5 – Perché segna il ritorno. È un ritorno contestato, non tutti sono favorevoli, ma come ha detto Rummenigge “potrebbero esserci miliardi di occhi sulla Bundesliga, questo fine settimana. Dopo due mesi senza calcio, non c’era modo migliore di iniziare. Anche se non sarà la stessa cosa, lo sappiamo. Senza tifosi, il Revierderby perde molto. Ma in questo momento, forse, è meglio che niente. In attesa di tempi migliori.

Un pensiero riguardo “5 motivi per non perdersi Dortmund-Schalke

Rispondi