🎥 Il poker di Lewandowski al Real Madrid

lewandowski poker

Sono passati esattamente sette anni da una delle notti più esaltanti per il calcio tedesco in Champions League. Quella del 24 aprile 2013 non fu come le altre, perché è ancora oggi un record. Mai nessuno prima di Robert Lewandowski era riuscito a segnare un poker in una semifinale di Champions League. Ancora più valore se contro il Real Madrid di José Mourinho, in una partita che ha fatto la storia.

Quattro goal in 66 minuti e una tripletta in 17 (capirai, ne ha fatti 5 in 9 minuti…) nel secondo tempo. Quella serata, iniziata come in un sogno e terminata ancora meglio, è impressa nella mente di tutti i tifosi del Borussia Dortmund. Anche di coloro che, dopo il tradimento del 2014 e il passaggio al Bayern, ancora oggi fischiano il polacco ogni volta che torna al Westfalenstadion.

Eppure, quella sera del poker Lewandowski diede una prova di onnipotenza calcistica. Tre goal da centravanti puro, completo, il terzo in particolare incassò anche il gradimento di Klopp. Pepe dopo il quarto gli chiese di fermarsi. Fosse stato per lui, ne avrebbe aggiunti altri. La storia invece ci consegna ‘solo’ quelle quattro dita alzate al cielo. Quattro meraviglie, da vedere e rivedere.

Rispondi