Stop e riforma: la pazza idea per la Bundesliga 2020/21

stop bundesliga

Dopo averlo imposto a Italia, Spagna e molti altri campionati, la pandemia di Coronavirus può costringere allo stop anche la Bundesliga. L’ipotesi di fermare il campionato nei prossimi giorni si fa più insistente. Michael Zorc ha proposto ai microfoni del Süddeutsche Zeitung lo stop immediato, ancora prima di far giocare la prossima giornata. Che, ricordiamolo, si giocherà completamente a porte chiuse, come è successo a Gladbach-Colonia mercoledì sera.

Secondo quanto riporta Express, quotidiano di Colonia, c’è un’altra idea che si sta facendo largo nella mente della DFL e della DFB. L’interruzione della Bundesliga 2019/20 dopo la prossima giornata, con le posizioni che rimarrebbero ‘cristallizzate’. Con, però, una differenza importante: nessuna squadra vincitrice del titolo, nessuna squadra retrocessa in Zweite.

La Bundesliga 2020/21 ripartirebbe infatti con le stesse 18 squadre attualmente presenti in classifica, più quattro promosse dalla Zweite. Una campionato a 22 squadre. L’anno prossimo, quindi, la massima serie tedesca potrebbe avere 42 giornate anziché le 34 che siamo abituati a conoscere. Ovviamente la stagione inizierebbe prima, in piena estate, e probabilmente aumenterebbero le promozioni dalla 3. Liga alla Zweite e ovviamente anche dai 5 gironi di Regionalliga.

Poi, per la stagione 2020/21, ci sarebbero 4 retrocessioni dalla Bundesliga, più uno spareggio tra la quintultima della Bundesliga e la terza della Zweite. Riducendo così il numero di squadre a 20 per la stagione 2021/22, con il sistema che potrebbe riproporsi per tornare alle 18 squadre.

Tutto potrebbe essere stabilito lunedì, quando si terrà un’assemblea straordinaria della DFL per definire la situazione. Alle coppe europee nella prossima stagione, andrebbero le squadre secondo la classifica alla 26ª giornata, ovvero la prossima.

Insomma, potrebbe esserci una vera e propria riforma del sistema calcio tedesco, con un provvisorio aumento dei club della DFL. Ipotesi che comunque per ora rimangono tali, suggestioni che possono terminare in un nulla di fatto. Una cosa certa è che anche la Bundesliga avrà bisogno di uno stop, visto che il Covid-19 sta diffondendosi a ogni angolo del globo. Fermare i campionati sembra sempre più una scelta, oltre che logica, obbligata. L’ipotesi di sospensione, con la speranza di riprendere in seguito, è ancora in piedi. Lunedì le prime risposte. Una cosa è certa: le partite a porte chiuse non piacciono a nessuno. E questa ipotesi ne è la dimostrazione.

2 pensieri riguardo “Stop e riforma: la pazza idea per la Bundesliga 2020/21

Rispondi