Gladbach-Colonia, il primo ‘Gesterspiel’ in Bundesliga

Gladbach-Colonia

Gladbach-Colonia è diventata la prima partita a porte chiuse nella storia della Bundesliga. Come dicono in Germania, ‘Geisterspiel’, partita fantasma. Era stata rinviata per l’uragano Sabine il mese scorso (in Bundes non succedeva da quasi 10 anni) e il recupero è diventato ancora più storico di quanto già di base un Rheinderby non sia.

Comunque, a proposito di fantasmi, alcuni tifosi del Gladbach hanno accolto il pullman degli avversari al Borussia-Park. vestiti da… fantasmi.

‘Geister’ di nome e di fatto.

Il primo episodio curioso si verifica all’ingresso in campo. I giocatori sono spaesati e Deniz Aytekin, arbitro della sfida, ancora di più: si guarda intorno un po’ attonito e un po’ perplesso. E fischia il calcio d’inizio un minuto prima, tanto che poi viene richiamato dal quarto uomo e fa ripetere il calcio d’inizio all’ora giusta, alle 18.30 in punto. Questioni televisive…

Gladbach-Colonia
Zero strette di mano, solo saluti col pugno tra capitani e arbitri: l’ambiente surreale di Gladbach-Colonia.

Spalti ovviamente vuoti, la Nordkurve ha però lasciato un messaggio: “Conquistate la vittoria nel derby”. I tifosi si sono fatti sentire alla partenza del pullman dal ritiro e, cosa inusuale (non per questo negativa, anzi), non si sono registrati scontri tra le due tifoserie. Il silenzio turba però abbastanza le due squadre, che faticano a prendere ritmo. Anche se gli altoparlanti del Borussia-Park a volte hanno suonato dei cori di supporto, registrati nelle partite scorse. Soprattutto nei minuti finali.

Il messaggio della curva.

Alcuni fotografi hanno anche dovuto cambiare posizione e si sono disposti in tribuna stampa.

Gladbach-Colonia
Fonte: @berger_pj

Quelle poche persone presenti sugli spalti erano tutte nella zona hospitality sotto la sala stampa, con tanto di tavolini per il catering. Il minimo indispensabile. Comunque, hanno provato a lanciare qualche coro, anche senza esagerare.

Gladbach-Colonia
Fonte: @ChaledNahar

Sono pochi, ma fanno un discreto casino. Anche al goal di Embolo che sblocca la partita per il Gladbach. Che poi, tra il serio e l’ironico, esulta mostrando le orecchie a mo’ di “non vi sento”. Quel pizzico di genialità che al profilo Twitter del Gladbach ha ricordato ‘The Sound of Silence’.

Gladbach-Colonia
“Non vi sento”. Eh, ti credo…

Ancora meglio ha provato a fare lo speaker, che intorno all’ora di gioco ha addirittura annunciato il numero di spettatori presenti allo stadio, tra le risate dei pochi che popolavano il Borussia-Park. Nel dubbio: il numero di spettatori paganti è 0.

E già, c’è stata anche una partita, che sotto la pioggia battente, scatenatasi soprattutto nel secondo tempo, si è conclusa per 2-1: decisivi il sopracitato goal di Embolo e l’autogoal di Meré nella ripresa, inutile il goal del solito Uth nel finale, provocato da una scivolata di Sommer sul rinvio. I due si sono peraltro ritrovati a duello nel recupero, con parata dello svizzero sul possibile 2-2. L’assedio finale, comunque, ha ridato un po’ di senso al calcio.

Giusto due gocce.

Forse, comunque, il punteggio sul tabellone se lo ricorderanno in pochi. Perché, nel bene e nel male, questo Gladbach-Colonia rimarrà nella memoria per altri motivi.

2 pensieri riguardo “Gladbach-Colonia, il primo ‘Gesterspiel’ in Bundesliga

Rispondi