Trimmel, sentenza da fermo: record di assist in Europa

Trimmel

Quando Christopher Trimmel alza il braccio per chiamare lo schema, non fa differenza se in trasferta o allo Stadion An der Alten Försterei, dai tifosi dell’Union Berlino si solleva un speranzoso “ooohhh”. Che sia da calcio d’angolo o su punizione, qualcosa sta per succedere: il capitano austriaco posiziona sapientemente con le mani la sfera, respiro profondo, sguardo al centro e pallone in mezzo. E’ l’azione più vecchia del calcio applicato ed è quella che certamente sta rendendo di più in questa stagione di Bundesliga per la formazione di Berlino Est.

Dieci dei 32 gol segnati dopo 25 giornate, infatti, sono stati propiziati da cross partiti dalla bandierina o da punizioni fischiate in zona offensiva. Merito senz’altro del lavoro durante la settimana dell’allenatore Urs Fischer, ma la matrice costante di ogni azione è il piede destro del terzino, mai come quest’anno baciato da un’incredibile sensibilità, efficacia e insidiosità.

Trimmel ha realizzato 9 assist in stagione, ben 6 arrivano da corner e 2 da punizioni entrambe nel match di ritorno contro il Wolfsburg terminato 2-2. Ora la consueta zuccata dello svedese Andersson, ora qualche zingarata perpetrata da Friedrich, Subotic o Parensen, oppure l’incredibile jolly pescato da Marius Bülter nella storica prima vittoria in Bundesliga, quel 3-1 ai danni del Borussia Dortmund.

Insomma, da fermo Trimmel è una sentenza e in giro per l’Europa al momento nessuno è riuscito a eguagliarlo o a fare di meglio. Analizzando, infatti, i top assistman nei cinque massimi campionati solo Trent Alexander-Arnold, terzino del Liverpool, si avvicina con 5 corner e una punizione (su un totale di 12 “assistenze”) poi trasformati in gol dai suoi compagni. Ecco la classifica nel dettaglio.

Christopher Trimmel – che in realtà è stato letale anche su calcio d’angolo nel primo turno di DFB-Pokal servendo un pallone per il colpo di testa di Schlotterbeck contro l’Halberstadt nel primo turno – oltre a macinare chilometri sulla corsia di destra con l’obiettivo di portare l’Union alla storica salvezza, sta lottando per conquistare anche un posto nella Nazionale austriaca per gli Europei del 2020. A 33 anni, dopo 10 anni fuori dal giro, sta disputando la miglior stagione di sempre. Franco Foda ci penserà?

Rispondi