Il Colonia e i giovani: tutti i talenti di Gisdol

colonia giovani

Quando a inizio dicembre il Colonia perse 2-0 all’Alte Försterei la classifica era decisamente preoccupante e il rischio di un immediato ritorno in Zweite concreto. Da quel momento gli uomini di Markus Gisdol, subentrato a Beierlorzer tre giornate prima, hanno iniziato a viaggiare a ritmi Champions. 24 punti in 10 partite, dovuti a 8 vittorie e 2 sconfitte (peraltro subite contro Bayern e Borussia Dortmund), con 26 gol fatti e 13 subiti. Oltre all’apporto del nuovo allenatore sono tanti gli aspetti che hanno determinato il cambio di passo. Uno di questi, forse il principale, è stato la crescita dei giovani e a Colonia di ragazzi promettenti in rosa ne hanno parecchi. Proprio quel mese di dicembre fa capire l’importanza di questo punto: Bornauw, Jakobs e Katterbach sono stati nominati tutti e tre per il rookie del mese.

Sebastian Bornauw, belga classe 1999, è un prodotto del settore giovanile dell’Anderlecht, da cui è arrivato in estate per una cifra intorno ai sei milioni di euro. Difensore centrale possente, è quello che si sta mettendo maggiormente in mostra, grazie alle ottime doti aeree in difesa e in attacco e alle 5 reti segnate finora, che ne fanno il secondo difensore più prolifico della Bundesliga ad una sola lunghezza da Hinteregger dell’Eintracht. E ha saltato soltanto tre partite: la prima, appena arrivato, e poi alla 23ª per squalifica, più l’ultima, contro il Paderborn, per riposo.

Anche Ismail Jakobs è nato nel 1999, proprio a Colonia. Con die Geißböcke fa tutta la trafila delle giovanili, fino a quando Beierlorzer lo fa esordire a sorpresa contro l’Hoffenheim all’undicesima giornata, cioè nella sua ultima partita da allenatore del club. Nonostante il cambio di guida tecnica il ragazzo da quel momento continuerà a giocare, saltando soltanto la sfida contro l’Union: 13 presenze, tutte da titolare, in 14 partite. Ala o terzino, ma sempre a sinistra: anche la duttilità e la capacità di utilizzare indifferentemente entrambi i piedi hanno inciso nella sua affermazione. E i bellissimi gol contro Eintracht e Friburgo sono la ciliegina.

Noah Katterbach è ancora più giovane, compirà infatti 19 anni ad aprile. Si tratta di un classico terzino sinistro, dotato di un buon piede mancino. In estate pochi pensavano a lui come titolare, anche vista la presenza del capitano e colonna della squadra, Jonas Hector. Invece una delle mosse vincenti è stata proprio lo spostamento di Hector a centrocampo, lasciando quindi la corsia sinistra di difesa a Katterbach. A volte paga ancora l’inesperienza, soprattutto in fase difensiva, ma il buon minutaggio avuto finora dimostra che la fiducia di Beierlorzer prima e Gisdol poi è stata ben ripagata.

Non si può poi non citare un altro prodotto della “cantera” che si è messo in mostra negli ultimi mesi: Jan Thielmann, il più giovane di tutti di cui abbiamo parlato in un precedente articolo, anche se ultimamente ha perso colpi nelle gerarchie.

Il Colonia sta così dimostrando che investire su calciatori giovani spesso può risultare decisivo. A patto che, come avvenuto con Bornauw, Jakobs, Katterbach e Thielmann, ci sia la capacità (e a volte anche la fortuna) di capire il momento in cui il ragazzo è pronto. La società, Beierlorzer e Gisdol certamente questa capacità l’hanno dimostrata.

Rispondi