Il Bayern perde Lewandowski: 3 opzioni per l’attacco

Bayern

Se c’era una notizia che il Bayern Monaco più di altre sperava di non ricevere in questa stagione, quella è arrivata nei giorni scorsi: Robert Lewandowski dovrà stare fermo per circa un mese a causa di un problema al ginocchio. Il numero 9 polacco è stato il faro del club, ha già superato i 40 goal stagionali ed è stato per distacco il miglior giocatore. Ora Hansi Flick ha un grosso problema da risolvere: chi per sostituirlo nel ruolo di prima punta? I nomi più logici, salvo sorprese, sono tre.

GNABRY, LA SCELTA LOGICA

Quello più logico di tutti conduce a Serge Gnabry, nonché il secondo miglior marcatore stagionale del Bayern dopo il mostro con la 9 sulla schiena. Finora in stagione il tedesco classe 1995 ha segnato 17 reti e fornito 10 assist, giocando in alcune occasioni anche in posizione di attaccante: è successo ad esempio contro il Bochum in DFB-Pokal o contro il Tottenham (non nel 2-7) in Champions League. Anche nel recente 3-2 contro il Paderborn Gnabry ha giocato di fatto da spalla di Lewandowski nel 3-5-2 di Flick, ruolo che ha già ricoperto anche in nazionale. Ovviamente è meno rapace e non garantisce una soluzione sui cross (a quello ci dovranno pensare gli inserimenti di Goretzka e Müller), ha anche bisogno di toccare più volte la palla. Ma in un Bayern in grado di creare soluzioni offensive in diverse situazioni, il numero 29 può trovarsi molto a suo agio. E ha già dimostrato di avere molti goal tra i piedi.

ZIRKZEE, IL TALENTO DEL BAYERN

In questo caso si tratterebbe di una soluzione più rischiosa, ma che certamente potrebbe portare risultati che cambierebbero le prospettive future del club. Joshua Zirkzee è già stato decisivo entrando dalla panchina contro il Friburgo e contro il Wolfsburg a dicembre, quando Flick si è aggrappato ai suoi goal per poter rimanere agganciato al treno Lipsia che allora guidava la classifica. Il classe 2001 è certamente un giocatore ancora acerbo con grandi margini di crescita, ma sembra che l’aver trovato il goal in prima squadra – e, con più costanza, anche nel Bayern II – gli possa permettere di diventare un vero vice-Lewandowski prima di quanto si aspettino in Baviera. L’occasione per avere spazio, anche dal 1′, sembra quella perfetta. Altrimenti, poco ma sicuro, potrà accumulare molti minuti a partita in corso.

MÜLLER, IL TUTTOFARE

La terza alternativa è invece Thomas Müller, che non ha mai amato giocare da prima punta, ma in caso di necessità può ricoprire quel ruolo. D’altro canto non ha mai amato nemmeno giocare da ala, eppure lo ha fatto in molte circostanze, anche se alla sua maniera. Comunque, la sua scelta sembra quella più remota anche per un fatto di prestazioni nel ruolo che occupa attualmente, quello di numero 10 di fatto, a supporto delle punte. Sembra difficile pensare che il numero 25 possa togliersi dalla trequarti nel momento in cui ne è il padrone assoluto, a suon di assist (14 in Bundesliga) e in una piena seconda giovinezza. Certo è anche che per Flick e per il Bayern può fare di tutto. Sì, anche tornare da punta.

4 pensieri riguardo “Il Bayern perde Lewandowski: 3 opzioni per l’attacco

Rispondi