ūüé• VIDEO – Cunha show: goal di tacco all’esordio

Cunha

Dopo Ascacibar, Piatek e Tousart, l’Hertha Berlino ha chiuso il proprio faraonico mercato invernale aggiungendo alla rosa¬†Matheus Cunha: il classe 1999 ha lasciato il Lipsia dopo essere stato declassato a riserva naturale di Timo Werner. E visto che Timo sta segnando come mai nella sua carriera, il brasiliano di conseguenza √® finito ai margini della rosa giocando poco pi√Ļ di 300 minuti tra tutte le competizioni, senza riuscire a segnare neanche un goal. Un’inversione di tendenza rispetto alla stagione scorsa, chiusa con 9 goal tra tutte le competizioni (tra cui la perla contro il Leverkusen, eletta tra i goal dell’anno) e quasi 200 minuti in campo.

A differenza di Ascacibar e Piatek, che hanno gi√† esordito a inizio mese, Cunha ha dovuto aspettare qualche settimana in pi√Ļ a causa di un impegno piuttosto urgente con la nazionale brasiliana Under 23: doveva strappare il pass per le Olimpiadi. Preso. In settimana √® arrivato a Berlino e nonostante il jet-lag √® stato subito lanciato titolare insieme a Piatek contro il Paderborn. Una scelta che poteva far discutere, ma Alexander Nouri – l’erede di Klinsmann dopo le contestate dimissioni – si √® sentito sicuro della scelta.

Cunha, dal canto suo, lo ha ripagato alla grande: segnando il goal decisivo per vincere la partita. Non propriamente in un modo banale, visto che lo ha fatto grazie a un colpo di tacco geniale spalle alla porta. Un goal da tre punti da vedere e rivedere, per un esordio da sogno.

Rispondi