L’osservato speciale: Niederlechner, il colpo più prolifico

niederlechner

Quando a luglio l’Augsburg ha annunciato l’acquisto di Florian Niederlechner dal Friburgo per due milioni e mezzo di euro i giornali hanno riportato la notizia senza particolare clamore. In fondo si trattava di un normale attaccante, generoso sì ma non un bomber da cui ci si aspetta la doppia cifra, ingaggiato per sostituire Dong Won Ji partito in direzione Magonza.

A fine mercato poi il dibattito su chi potesse essere il nuovo acquisto a fare più gol si è risolto con vari nomi, da Coutinho a Hazard, da Thuram (di cui abbiamo parlato in un precedente articolo) a Embolo, ma a nessuno poteva venire in mente il classe 1990.

Invece ad oggi Niederlechner non ha rivali in questa speciale classifica. 10 gol e 8 assist in 18 partite (cioè non ne ha saltata nemmeno una): ancora una rete e raggiungerà il record personale in Bundesliga rappresentato dagli 11 realizzati nel secondo anno con il Friburgo, mentre per quello che riguarda gli assist sono già più di quanti fatti nelle quattro precedenti apparizioni nella massima serie.

La carriera di Niederlechner, nato e cresciuto in Baviera, è sempre spostata qualche anno in avanti rispetto alle consuete medie tedesche. A vent’anni segna a raffica (19 gol in 34 partite) in Bayernliga con la maglia dell’Ismaning, poi la Dritte con Unterhaching e Heidenheim, con 28 gol in tre stagioni. La Zweite con lo stesso Heidenheim arriva a 24 anni, con risultati più che soddisfacenti: 15 gol e 10 assist convincono il Mainz a portarlo in Bundesliga. Con i Nullfünfer dodici apparizioni senza reti.

È il Friburgo di Streich a dargli un’altra possibilità e i primi due anni ripaga la fiducia, in Zweite il primo anno e poi con 11 gol in Bundes nella stagione 2016/2017. Le due stagioni successive sono però deludenti: 6 gol in tutto e come detto la cessione in estate all’Augsburg.

Nella stagione sotto la guida di Martin Schmidt inizia a sorpresa forte da subito, decisivo non solo dal punto di vista realizzativo. Niederlechner nonostante la concorrenza di Alfred Finnbogason è titolare inamovibile come riferimento offensivo sia nell’attacco a tre sia nel 4-4-2 utilizzato nell’ultimo periodo, con due esterni offensivi come Marco Richter e Ruben Vargas (che ha fatto immediatamente capire le sue qualità, come scritto a inizio stagione) e Philipp Max dei cui assist dalle fasce sta sicuramente beneficiando. Altro dato interessante è la capacità di segnare con facilità con entrambi i piedi (finora 7 gol di destro e 3 di sinistro).

I numeri quindi sono molto positivi oltreché inaspettati e la sfida per confermarsi il nuovo acquisto più prolifico della Bundesliga 2019/2020 è aperta. Ma alla soglia dei trent’anni Florian Niederlechner non vuole fermarsi: sarà difficile vista la concorrenza per la Mannschaft, ma a giugno ci sono gli Europei e sognare non costa nulla.

Un pensiero riguardo “L’osservato speciale: Niederlechner, il colpo più prolifico

Rispondi