Calcio e solidarietà, il Natale “diverso” della Bundesliga

Natale Bundesliga

Aiutare gli altri. Soprattutto a Natale: in Bundesliga, 2.Bundesliga e 3.Liga i tifosi hanno dimostrato negli ultimi anni una sensibilità particolare rispetto a quanto accade nelle loro comunità locali. Un’attenzione che si è accompagnata spesso ad azioni concrete in sostegno di chi ha davvero bisogno. Ecco alcune delle iniziative messe in campo per le Feste 2019.

Un anno (nuovo) di beneficenza – Il 2020 è alle porte e alcune curve hanno realizzato un calendario. Gli Ultras GE della Nordkurve dello Schalke 04 li mettono in vendita durante i match casalinghi del periodo pre-natalizio, devolvendo il 75% dei proventi a dei progetti sociali nella città della Ruhr. Lo stesso sta facendo il Commando Cannstatt, gruppo di tifosi dello Stoccarda, destinando il ricavato ai senzatetto e gli Ultras Düsseldorf, che durante le partite in casa mettono in vendita il loro calendario per finanziare un centro di riabilitazione dalle dipendenze e il Düsseldorfer Kinder, struttura di sostegno ai bambini in situazione di difficoltà.

Curva_Schalke_Calendario
@FasziFankurve

Vestiti contro il freddo – In alcune zone della Germania le temperature estremamente rigide mettono in pericolo in particolare le persone senza fissa dimora. Nelle settimane precedenti a Natale diversi gruppi di tifosi hanno organizzato delle raccolte di abiti, come gli Harleskins Berlin, ultras del Hertha, di vestiti invernali e sacchi a pelo termini, il Calleira gruppo di fans del Werder Brema, i Castaways dell’Amburgo, la Rote Kurve del Hannover e i Rasenballisten, tifosi del RB, questi ultimi in collaborazione con il Fanprojekt Leipzig e la Chiesa locale. E poi c’è la Nordkurve del Borussia Mönchengladbach, che il primo dicembre ha messo insieme vestiti e cibo, oltre a raccogliere fondi per i bambini della città, o quelli del Darmstadt, che hanno pensato la stessa cosa ma per i rifugiati dell’isola di Lesbo.

Cibo e denaro per chi è difficoltà – A Colonia per l’ultima giornata del girone d’andata con il Werder, gli ultra del Domstadt Syndikat hanno raccolto cibo per i bambini della città in situazione di indigenza, mentre la Violet Crew dell’Osnabrück, ha lanciato una raccolta fondi per aiutare la Autonome Frauenhaus, casa di accoglienza per donne e per le strutture a favore di una associazione locale che sostiene i senzatetto. I fans del Greuther Fürth, quelli del gruppo “Stradevia”, invece invieranno il denaro raccolto per aiutare lo sviluppo dei progetti per lo sviluppo di pozzi d’acqua in Tanzania. Gli ultras del Norimberga invece hanno voluto raccogliere denaro per diverse associazioni del territorio, tra cui quelle che aiutano gli animali, gli anziani di difficoltà e i malati di tumore.

Lattine per i bambini – Tra le iniziative più originali, quella del Borussia Dortmund, che il 22 novembre, in occasione del match del Paderborn, ha raccolto i “vuoti” delle lattine, il cui ricavato è andato a due associazioni diverse, una che si occupa di bambini malati e una di bambini in condizioni di difficoltà. Il Natale della Bundesliga si celebra anche così.

Un pensiero riguardo “Calcio e solidarietà, il Natale “diverso” della Bundesliga

Rispondi