La Germania ad Euro 2020: chi ci sarà e chi no

Germania Euro 2020

La vittoria per 4-0 ottenuta contro la Bielorussia ha portato la GermaniaEuro 2020 con un turno d’anticipo e potrebbe farlo anche da prima del girone, davanti all’Olanda. Con l’accesso alla competizione continentale della prossima estate, la Mannschaft sta rilanciando il suo nuovo ciclo dopo il clamoroso tonfo del Mondiale di Russia 2018. Durante il percorso di qualificazione Joachim Löw ha sperimentato chiamando molti esordienti e alcuni di loro parteciperanno sicuramente al prossimo Europeo.

Il commissario tecnico tedesco ha già le idee abbastanza chiare su chi portare con sé nella prossima competizione continenale per nazioni. Sui soliti ventitré slot disponibili Jogi ne ha già occupati ben diciassette, come riportato dalla Bild. Il primo, sia per numero di maglia, sia per sicurezza di essere presente, è ovviamente Manuel Neuer. Il portiere e capitano della Mannschaft non è mai stato in discussione e nonostante le le polemiche di cui vi abbiamo parlato con Ter Stegen – anche lui sicuro del posto – sarà lui il portiere titolare ad Euro2020.

Davanti ai due portieri, Ginter e Rüdiger sono i due centrali che sicuramente faranno parte della spedizione ed assieme a Klostermann, Halstenberg e Schulz formeranno la probabile linea titolare. E Kimmich? Tranquilli, non ce lo siamo dimenticati. Il giocatore del Bayern va ormai considerato come centrocampista centrale ed anche lui è sicuro di giocare i prossimi Europei al fianco di Toni Kroos. Oltre loro, a completare la mediana tedesca ci saranno Leon Goretzka, Ilkay Gündoğan e Kai Havertz. La stella del Leverkusen sarà alla sua prima competizione continentale con la nazionale maggiore e dovrà sin da subito lottare per convincere il c.t. a dargli la maglia da titolare della Germania a Euro 2020.

Nel reparto offensivo pochi dubbi. Timo Werner sarà il nove di riferimento e ai suoi lati ci saranno Serge Gnabry e Marco Reus, infortuni permettendo. Infortunato lo è anche Leroy Sanè, ma dopo l’esclusione dai Mondiali l’esterno del Manchester City viene dato per sicuro partecipante nonostante la rottura del crociato.

Germania
Le idee di Löw per Euro2020 – Bild

Se l’attacco, di fatto, è già deciso in difesa ci sono dei grandi dubbi. Gli esterni bassi sono già decisi, forse c’è uno spot sulla destra, ma sui centrali c’è grande bagarre. Sono infatti quattro i centrali a combattere per gli ultimi due posti: Süle, Tah, Stark e Kehrer. I primi due sono i più esperti a livello di nazionale e partono quindi con un buon vantaggio, ma il difensore del Paris Saint Germain ha dalla sua il fatto di poter giocare anche come esterno destro. A questo punto l’escluso potrebbe essere Niklas Stark, nonostante la sua voglia di esordire con i colori della Mannschaft. Più complicato invece che Jonas Hector partecipi alla competizione. L’esterno sinistro del Colonia è stato scavalcato nelle gerarchie di Jogi da Halstenberg e Schulz ed il suo ciclo nazionale potrebbe terminare qua.

Discorso simile per Draxler. L’ex protetto di Löw è quasi fuori dal progetto dopo le prestazioni sottotono degli ultimi anni e l’eventuale convocazione agli Europei rappresenterà forse quanto di più vicino a un tappabuchi. Discorso diverso per Maxi Eggestein, ritenuto ancora acerbo per una competizione del genere, ma che potrebbe essere il 23esimo uomo: se la giocherà con Emre Can, nei piani di Löw che apprezza la sua fisicità nei contrasti.

La Germania a Euro 2020 potrebbe dunque essere la seguente:

P – Neuer, ter Stegen, Trapp;

D – Rüdiger, Ginter, Klostermann, Schulz, Halstenberg, Süle, Tah, Kehrer;

C – Kimmich, Brandt, Havertz, Kroos, Goretzka, Gündoğan, Draxler, Emre Can;

A – Sané, Gnabry, Werner, Reus.

Rispondi