Bayern e Champions: quante goleade all’Allianz Arena

Bayern Champions

Quella di mercoledì sera sarà la prima apparizione in Champions League di Hansi Flick come primo allenatore del Bayern Monaco, un motivo in più per renderla memorabile. Il percorso in Europa dei bavaresi è stato netto: 3 partite e 3 vittorie. Oltre alle vittorie, sono arrivati anche tanti gol – tredici per l’esattezza – e mercoledì contro l’Olympiacos potrebbero aumentare di molto.

Negli ultimi anni europei il Bayern ci ha abituato a segnare molto quando ha giocato all’Allianz Arena e per ben sette volte è riuscito a mettere a referto sei o più gol. Solamente una di queste però è avvenuta durante la fase a gironi e si tratta del match contro il Lille del 7 novembre 2012. Quella fu sicuramente la serata di Claudio Pizarro, autore della seconda tripletta più veloce della Champions League completandola in soli sedici minuti, ma anche quella che lanciò i bavaresi verso il primo posto nel girone. Ed è stato un passo fondamentale che li ha condotti a Wembely dove sono poi usciti trionfatori.

Un altro 6-1 fa parte della storia del Bayern nel suo stadio ed è quello inflitto al Porto nel ritorno dei quarti di finale dell’edizione 2014/2015. In quell’occasione bastarono i primi quarantacinque minuti per indirizzare la partita: Thiago ad aprire le marcature seguito da Boateng, Müller e dalla solita doppietta di Robert Lewandowski. A chiudere il set ci pensa Xabi Alonso in zona cesarini.

La prima goleada dell’era moderna del Bayern in Champions è però del 2008/09: 7-1 allo Sporting Lisbona. La squadra allora allenata da da Jurgen Klinsmann si assicurò così il passaggio ai quarti di finale, tuttavia quella più sorprendente è forse il 7-0 rifilato allo Shakhtar Donetsk di Douglas Costa Fred e Luiz Adriano di cinque stagioni fa. Anche allora si trattava del match di ritorno degli ottavi di finale e la squadra di Guardiola andò vicinissima al migliorare il proprio record per vittoria più larga nella Champions League moderna. A causa di una precoce espulsione, il Bayern banchettò sugli ucraini fornendo una delle migliori prestazioni sotto la guida del tecnico spagnolo.

Tuttavia, la vittoria più larga del Bayern Monaco in Coppa dei Campioni risale al secolo scorso e più precisamente all’edizione ’72/73 in cui Gerd Müller segnò ben undici reti. L’implacabile attaccante tedesco mise a segno cinque di quegli undici gol nel clamoroso 9-0 rifilato all’Omonia Nicosia il 24 ottobre 1972. L’avventura di quella squadra però si fermò al turno successivo contro l’Ajax di Cruijff che dominò la campagna europea e vinse la Coppa contro la Juventus.

Rispondi