14 infortunati in un mese: l’incredibile sfortuna del Werder

Werder Brema infortuni

Le aspettative sul Werder Brema all’inizio della stagione erano più alte dei soli 6 punti che la squadra ha raccolto nelle prime 5 giornate. Anche perché il calendario sembrava alla portata. Invece sono arrivate vittorie contro Union e Augsburg, mentre sconfitte contro Hoffenheim, Fortuna e Lipsia. Florian Kohfeldt però non ha dovuto soltanto affrontare avversarie in campo, ma anche un’altra, decisamente più diabolica, incontrollabile e complicata da gestire: la sfortuna che ha colpito la rosa.

Nel giro di un mese di stagione, il Werder ha contato 14 giocatori infortunati. Un’ecatombe che Kohfeldt ha dovuto gestire sia pescando tra i giovani e meno giovani della seconda squadra, sia grazie agli arrivi di Lang e Bittencourt negli ultimi giorni di mercato. In più ci sono state anche due squalifiche per espulsione: quelle di Johannes Eggestein e di Nuri Sahin. Insomma, più indisponibili che disponibili.

Sono stati soltanto 7 i giocatori della prima squadra che sono stati a disposizione per tutte le prime 5 partite: Pavlenka, Kapino, Friedl, Gebre Selassie, Klaassen, Sargent e Pizarro. Più 5 pescati dalla seconda squadra: Plogmann, Groß, Gruev, Straudi e Ihorst. Insomma, un disastro che ha per forza condizionato sia le scelte di Kohfeldt che il rendimento della squadra. E ha portato il social media manager del Werder Brema a disegnare una formazione di infortunati…

Già dal pre-campionato, Kohfeldt ha dovuto fare a meno di tre giocatori che hanno fatto lavoro differenziato, ma soltanto uno dei tre è rientrato: Philipp Bargfrede ha giocato qualche minuto dopo l’operazione al ginocchio di maggio. Sebastian Langkamp e Milos Veljkovic sono ancora indisponibili.

Anche Fin Bartels, indisponibile da ormai due anni per svariati problemi al ginocchio, dovrà attendere per il suo rientro in campo (nonostante l’ottimismo di Kohfeldt di inizio agosto…).

Benjamin Goller ha smaltito un problema muscolare che si è trascinato per tutta la pre-stagione ed è riuscito a esordire da titolare contro il Lipsia.

Milot Rashica si è infortunato dopo la prima partita stagionale con il Fortuna Düsseldorf, ma fortunatamente per il Werder è tornato a disposizione contro il Lipsia dopo aver saltato 3 partite.

Infortuni ‘freschi’ anche quelli di Ludwig Augustinsson e Ömer Toprak, con una differenza sostanziale: il primo non ha ancora giocato un minuto in stagione, il secondo si è fermato alla seconda gara di campionato. LO svedese si è operato al ginocchio, l’ex Dortmund e Bayer ha rimediato un problema muscolare.

Anche capitan Niklas Moisander sta affrontando problemi muscolari che lo hanno costretto a saltare le ultime due partite.

Ben più lunga sarà l’assenza di Kevin Möhwald che si è operato al ginocchio e starà fuori almeno 6 mesi. Aveva iniziato con una presenza alla prima stagionale.

Soltanto un problema alla schiena e una partita saltata per Maximilian Eggestein, ma fa numero. E pesa di più, vista la sua importanza.

Un altro dei perni del Werder era Yuya Osako, che ha dato forfait per un mese circa a causa di un problema alla coscia.

Ultimo in ordine di tempo è anche il più drammatico: Niclas Füllkrug è tornato al Werder in estate dall’Hannover e si è rotto il crociato in allenamento. Già lo scorso anno era stato fuori praticamente per l’intera stagione per un problema alla rotula.

Il 14esimo è David Philipp, giovane trequartista della seconda squadra che ha avuto un problema al tendine rotuleo e ha saltato la prima giornata

Se Dio vuole, basta così…

Rispondi