Centrocampista o terzino? Il ruolo di Kimmich nel Bayern

Kimmich ruolo

La duttilità di Joshua Kimmich non si sta scoprendo certamente negli ultimi tempi. Il classe 1995 del Bayern Monaco – identificato da tutti come l’erede di Philipp Lahm per talento, capacità di coprire più ruoli e di leggere il calcio – è nato come centrocampista, si è sviluppato come centrale di difesa e si è affermato come terzino destro. A parte per la seconda posizione citata, che non copre ormai da anni, negli ultimi tempi i suoi allenatori lo hanno utilizzato in maniera diversa nelle altre due. Sempre con lo stesso, altissimo rendimento.

Il primo a far tornare Kimmich a centrocampo è stato Joachim Löw in nazionale. Nel match Germania-Francia, il primo dopo il fallimento del Mondiale di Russia, il prodotto del settore giovanile dello Stoccarda è stato schierato da mediano al fianco di Toni Kroos nel 4-2-3-1, in quella che i tedeschi amano chiamare ancora ‘posizione numero 6′. Anche successivamente, con il passaggio alla difesa a tre, Kimmich ha mantenuto lo stesso ruolo: a marzo il ‘Bundestrainer’ è stato chiaro, affermando che lo avrebbe utilizzato ancora a centrocampo.

La tendenza sembrava limitarsi alla Mannschaft, ma nelle ultime gare di Bundesliga anche Niko Kovac ha iniziato a seguire l’esempio di Löw. Un po’ per una questione di infortuni e di condizione fisica, con Goretzka raramente disponibile, Tolisso che va ancora dosato e Thiago e Javi Martinez fuori forma; un po’ perché il campo non mente e le sue prestazioni sono comunque di alto livello. Dopo l’1-1 con il Lipsia, il tecnico croato è stato chiaro: “Joshua gioca bene ovunque. Ha qualità non comuni agli altri calciatori nel mondo intero. Abbiamo anche altri giocatori come Tolisso o Martinez che possono fare quel ruolo”.

Quel ruolo, quello di vertice basso del centrocampo nel 4-3-3 o nel 4-2-3-1 – il famoso ‘numero 6’ di cui sopra – sarebbe stato oggetto di grandi discussioni in estate a Säbener Straße, secondo i media tedeschi. Kovac avrebbe desiderato un rinforzo, identificato in Marc Roca (di cui vi abbiamo parlato anche noi quest’estate), ma alla fine non se n’è più fatto niente. Avendo Pavard in grado di giocare anche da terzino destro, l’ex allenatore dell’Eintracht ha ovviato alla lacuna spostando il suo jolly numero 32.

Eppure soltanto poche settimane fa lo stesso Kovac al ‘kicker’ ha rilasciato dichiarazioni che lasciavano trasparire altre intenzioni: “Se lo togliessi dalla posizione di terzino, perderei il miglior creatore di palle-goal. Non cambierà posizione in maniera permanente, è semplicemente troppo bravo in quel ruolo”.

In realtà, contro il Lipsia, il Bayern nel primo tempo è riuscito a creare diverse occasioni da goal e si è reso pericoloso anche senza il suo terzino destro ipoteticamente titolare. Per la cronaca, mancava anche Alaba e al suo posto ha giocato Lucas Hernandez a sinistra, che insieme a Pavard formava la coppia di terzini della Francia campione del mondo. E Kimmich a centrocampo ha confermato ancora una volta di essere uno dei migliori al mondo in quel ruolo. Le stesse conferme che si hanno quando gioca terzino.

Con il senno di poi è più facile ragionare, ma viene spontaneo chiedersi perché, a questo punto, il Bayern Monaco non abbia acquistato un terzino destro di ruolo, visto che Pavard era considerato primariamente un centrale. Altrimenti non si sarebbe messo sul mercato Boateng a cuor leggero, rimanendo con il solo Mai come alternativa. Enigmi comunque destinati a rimanere irrisolti, così come i ruoli principali che occuperanno tanti giocatori nella rosa del Bayern, una rosa che fa della duttilità degli elementi un proprio punto di forza.

Probabilmente Kimmich sarà destinato a una stagione con continui cambi di posizione tra la fascia destra di difesa e la mediana, a seconda delle esigenze e dell’interpretazione che Kovac vorrà dare alla partita. E, in entrambi i ruoli, può essere considerato una certezza. Una caratteristica che possono vantare in pochissimi. Proprio per questo il Bayern Monaco ha intenzione di sfruttarla fino in fondo.

2 pensieri riguardo “Centrocampista o terzino? Il ruolo di Kimmich nel Bayern

Rispondi