Le tre domande del mese a Pietro Nicolodi – Settembre 2019

Pietro Nicolodi

Cosa non ti ha convinto nelle due uscite della Germania contro Olanda e Irlanda del Nord e quali sono i principali problemi da risolvere per Löw?

La Germania è una squadra strana e non ha ancora un’anima vera e propria. Ogni tanto commette degli errori incredibili. Ad esempio il passaggio orizzontale di Kroos a inizio partita che apre la strada a un possibile goal dell’Irlanda del Nord è inaccettabile, è fuori da ogni logica. Kimmich a centrocampo con lui mi piace, anche se nella seconda partita mancavano anche Goretzka e Gündogan. Forse io sceglierei il male minore, lo terrei ancora terzino destro ed eviterei di fare troppi danni in difesa. Come quelli di Jonathan Tah contro l’Olanda. Il centrale del Bayer ha fatto il Tah che conosciamo: è in grado di fare i più incredibili disastri del pianeta, mentre con l’Irlanda ha giocato anche bene perché era concentrato. In porta Neuer sta facendo bene, ma Ter Stegen alla lunga si stanca di fare il secondo. Mi rendo conto sia un problema, ma meglio averne due forti che due scarsi…

Qual è stata la sorpresa, in positivo o in negativo, di quest’inizio di Bundesliga?

Il Lipsia non mi ha sorpreso (nell’intervista per la nuova Guida alla Bundesliga 2019/20 ha definito Nagelsmann “un genio”, ndr), e neanche il Leverkusen. Il Friburgo ha avuto molta fortuna e un calendario anche piuttosto facile. La sorpresa vera è la vittoria dell’Union sul Borussia Dortmund. Piuttosto mi ha deluso lo Schalke in queste prime tre giornate, è vero che ne ha vinta una ma la differenza emersa nella partita contro il Bayern è enorme. Fa male vederla giocare così male e deludere 60mila persone sempre presente. Anche il Werder è partito male, anche se ha aggiustato qualcosa vincendo l’ultima partita contro l’Augsburg.

Chi è il nuovo arrivato che sei più curioso di vedere?

Sono curioso di vedere come si muoverà Coutinho all’interno del sistema Bayern. Per lui è la stagione decisiva dopo aver fallito al Barcellona, se torna a essere quello di Liverpool cambia tutto. Poi si sa, giocare nel Barcellona non è facile.

 

“Tre domande a Pietro Nicolodi” è una rubrica mensile di Bundesitalia.com: ogni mese parleremo con la voce del calcio tedesco in Italia. Tre domande e risposte-lampo sui temi del momento del calcio tedesco.

Rispondi