Ademola Lookman e il Lipsia: una storia d’amore da 26 milioni

Lookman Lipsia

La filosofia piuttosto unica del Lipsia di investire cifre importanti soltanto per gli under 23 porta anche a fare spese sorprendenti. L’ultimo esempio sono i 26 milioni di euro (secondo i quotidiani, visto che cifre ufficiali non ce ne sono) per Ademola Lookman. Uno di talento, classe 1997, con grandi colpi, ma riserva nell’Everton. In realtà però nell’est della Germania lo conoscono bene: è stato in prestito nella seconda parte di stagione 2017/18, chiudendo la sua parentesi tedesca con numeri da favola, come 5 goal e 4 assist in 11 presenze, per un totale di 574 minuti giocati.

La parentesi è rimasta tale, perché nell’estate scorsa, nonostante le voci di un possibile ritorno immediato, Lookman è rimasto in Premier League. Ha provato a ritagliarsi il suo spazio con i ‘Toffees’, ma si è trovato chiuso dalle scelte del tecnico Marco Silva. Ha finito anche per perdere il posto nella nazionale Under 21 dell’Inghilterra e si è visto l’Europeo dello scorso giugno dal divano di casa. Con in testa probabilmente soltanto quei 6 mesi da sogno con la maglia dei ‘Roten Bullen’, in cui ogni pallone che toccava diventava oro.

La scorsa stagione all’Everton il 21enne (saranno 22 a ottobre) ex Charlton è stato il ‘dodicesimo’ della squadra. Ha collezionato 21 presenze in campionato, di cui soltanto 3 da titolare. Zero goal in Premier, soltanto uno in FA Cup contro il Lincoln, al terzo turno. Per uno abituato a Lipsia ad essere quasi un risolutore, accettare la panchina non era semplice. Nel momento in cui dalla Germania sono arrivati nuovi segnali per il ritorno, Lookman non ci ha pensato due volte e ha scelto di tornare.

Il Lipsia per lui ha sborsato una cifra importante, 26 milioni di euro. Ne ha fatto il giocatore più costoso nella storia del club, un acquisto record se le cifre dovessero essere confermate. Rispecchia perfettamente la filosofia del club: un giocatore che non si è ancora espresso su palcoscenici importanti ai massimi livelli, che è giovane e ha ampi margini di miglioramento, di grande talento. La dirigenza dei ‘Roten Bullen’ è stata convinta da lui in quei pochi mesi di prestito e lo ha rivoluto.

A livello di organico è di fatto l’erede di Bruma, ceduto al PSV dopo un paio di stagioni troppo altalenanti. Nasce da ala, ma può giocare anche più centrale dietro una punta o al fianco. Ha tecnica, velocità e dribbling, sa correre il campo. Tutti particolari che con Julian Nagelsmann fanno la differenza in fase offensiva. Dovrà lavorare sulla fase di non possesso, ma a Lipsia avranno il tempo e la pazienza per renderlo un giocatore completo.

Sin da quando era in Under 20, con cui ha vinto il Mondiale nel 2017, tante squadre inglesi lo hanno monitorato. Ha affontato l’Everton nel gennaio 2017, ma in 48 presenze non ha mai brillato come probabilmente tutti si aspettavano. In mezzo, quell’esperienza spartiacque in Bundesliga, il campionato migliore per esprimere le proprie qualità e il campionato in cui ha sentito l’esigenza di tornare. Nello stesso posto in cui era già stato, ma stavolta a titolo definitivo, per 26 milioni di euro.

Il Lipsia ha bisogno di lui, ma soprattutto lui ha bisogno del Lipsia. Un altro talento inglese ha bisogno della Germania per provare a esplodere definitivamente. E, date le premesse, la probabilità che ci riesca è davvero molto alta.

2 pensieri riguardo “Ademola Lookman e il Lipsia: una storia d’amore da 26 milioni

Rispondi